Segreteria di Stato dell'economia SECO

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



A un confronto europeo spiccano le condizioni di lavoro in Svizzera

Berna, 03.04.2007 - Le condizioni di lavoro in Svizzera sono, a livello europeo, fra le migliori. In collaborazione con la Scuola universitaria professionale della Svizzera nord-occidentale, la Segreteria di Stato dell'economia SECO ha partecipato per la prima volta a un sondaggio europeo sulle condizioni di lavoro e ha presentato i risultati il 3 aprile 2007, a Berna.

Finora mancavano in Svizzera dati completi e paragonabili a livello internazionale sulle nostre condizioni di lavoro. Su iniziativa della SECO la Svizzera ha partecipato per la prima volta all'inchiesta europea sulle condizioni di lavoro, condotta dal 1990 ogni cinque anni dalla Fondazione Europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro. L'inchiesta per il 2005 offre una visione d'insieme delle attuali condizioni di lavoro in 31 paesi europei e comprende temi quali sanità, organizzazione del lavoro, orari di lavoro, compatibilità tra vita professionale e vita privata, lavoratori anziani e possibilità di perfezionamento professionale.

Jean-Daniel Gerber, Segretario di Stato dell'economia e direttore della SECO, è apparso soddisfatto alla presentazione del rapporto, affermando che nell'insieme si può constatare che in Svizzera vi sono buone fino a molto buone condizioni di lavoro, e spesso a livello europeo siamo fra i migliori. La soddisfazione lavorativa è in Svizzera del 91%, quindi sopra la media; soltanto Norvegia, Danimarca e Gran Bretagna hanno valori piú elevati. Per quanto riguarda problemi di salute e carichi eccessivi sul posto di lavoro, i valori svizzeri si trovano nettamente al di sotto della media europea. L'88% delle persone intervistate afferma che i loro orari di lavoro sono in generale bene o molto bene compatibili con gli obblighi familiari o sociali.

Nonostante gli ottimi risultati il segretario di Stato ha fatto anche il punto sulle potenzialità, ad esempio la percentuale, ancora ridotta, di donne con responsabilità direttive. Il presente studio ha uno scopo di ausilio nell'attività degli ispettori del lavoro e di base per ulteriori ricerche.

Thomas Daum, direttore dell'Unione Svizzera Imprenditori, sottolinea che la soddisfazione e il benessere dei collaboratori ha un influsso determinante sulla produttività. È nell'interesse del datore di lavoro non solo di esigere dal lavoratore ma anche di promuoverlo. La Svizzera potrà sostenere la concorrenza internazionale solamente grazie a posti di lavoro attraenti e a collaboratori motivati e qualificati.

Doris Bianchi, segretaria centrale dell'Unione sindacale svizzera, ha messo l'accento sul fatto che l'immagine globalmente positiva data dal sondaggio rispecchia la situazione occupazionale della Svizzera. Una situazione occupazionale buona e stabile ha effetti positivi anche sulla qualità del lavoro. È però importante anche premunirsi in vista del futuro. In particolare Doris Bianchi rileva un bisogno di normativa in materia di protezione della salute sul posto di lavoro, di opportunità sul mercato del lavoro e di carriera professionale per le donne.

Secondo Willy Buschak, supplente del direttore della Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, quest'ultima indagine è stata molto indicativa grazie alla partecipazione della Svizzera. Egli ha pure espresso l'augurio di poter contare ancora sulla Svizzera al momento del prossimo sondaggio, fra cinque anni.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Rita Baldegger, SECO, Servizio Comunicazione, Tel. +41 (31) 323 37 90

Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
Internet: http://www.seco.admin.ch


Segreteria di Stato dell'economia SECO
Contatto | Basi legali
http://www.seco.admin.ch/aktuell/00277/01164/01980/index.html?lang=it