Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Revisione parziale della legge sull’assicurazione contro la disoccupazione: il Consiglio federale approva il messaggio

Berna, 03.09.2008 - Il 3 settembre 2008 il Consiglio federale ha licenziato il messaggio relativo alla revisione parziale della legge sull’assicurazione contro la disoccupazione. Lo scopo della revisione è ristabilire l’equilibrio finanziario attraverso entrate supplementari e risparmi dello stesso ordine di grandezza.

Nonostante la situazione congiunturale favorevole e una diminuzione della disoccupazione, l'assicurazione contro la disoccupazione non è riuscita a rimborsare il debito. Esso ammonta attualmente a 4,8 miliardi di franchi e aumenterà ulteriormente non appena la situazione del mercato del lavoro registrerà un peggioramento. Per ripristinare l'equilibrio finanziario il Consiglio federale ha commissionato, con decisione del 25 giugno 2008, l'elaborazione di un progetto di revisione e il 3 settembre ha licenziato il messaggio all'attenzione delle Camere federali.

La legge sull'assicurazione contro la disoccupazione prevede un'aliquota di contribuzione che consente di equilibrare le entrate e le uscite dell'assicurazione nell'arco di un ciclo congiunturale. A tal fine era stato preso in considerazione un numero medio di 100 000 disoccupati a lungo termine, ma esso è risultato troppo basso. Secondo studi scientifici, il finanziamento e le prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione dovrebbero basarsi su una media di 125 00 disoccupati.

Per ristabilire l'equilibrio finanziario e ridurre il debito del fondo dell'assicurazione è necessaria una revisione della legge sull'assicurazione contro la disoccupazione. Il progetto persegue i tre obiettivi seguenti.

  • L'equilibrio dei conti dovrebbe essere raggiunto attraverso un lieve aumento (0,2%) dell'aliquota di contribuzione - che sarà sostenuto per metà dal datore di lavoro e per metà dal lavoratore - e una riduzione delle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione pari ad almeno lo stesso importo delle entrate supplementari.
  • Il debito dovrebbe essere ridotto aumentando ulteriormente a titolo temporaneo l'aliquota di contribuzione e reintroducendo il contributo di solidarietà sulla parte di salario non soggetta a contribuzione, compresa tra il guadagno massimo assicurato e due volte e mezzo questo importo (cioè tra 126 000 e 315 000 franchi).
  • I risparmi si ottengono rafforzando il principio di assicurazione e l'efficienza dei provvedimenti di reintegrazione.

Saranno inoltre adottate misure specifiche per migliorare le opportunità di reintegrazione dei lavoratori più anziani. Il Consiglio federale prevede l'entrata in vigore della revisione della LADI per il 1° gennaio 2011.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Serge Gaillard , SECO, Direzione del lavoro, tel. 031 322 29 26
Dominique Babey, SECO, Direzione del lavoro, tel. 031 322 22 73

Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
Internet: http://www.wbf.admin.ch


http://www.seco.admin.ch/aktuell/00277/01164/01980/index.html?lang=it