Segreteria di Stato dell'economia SECO

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Insieme contro la disoccupazione giovanile

Berna, 28.04.2009 - La situazione del mercato del lavoro e le previsioni economiche fanno presagire per i nostri giovani non poche difficoltà a partire dalla prossima estate, quando si tratterà di trovare un posto alla fine del tirocinio. Per far fronte alla disoccupazione giovanile è indispensabile unire gli sforzi. Per questa ragione la consigliera federale Doris Leuthard, capo del Dipartimento federale dell’economia (DFE), unitamente agli interlocutori sociali, lancia un appello agli imprenditori e alle amministrazioni pubbliche affinché non sopprimano i posti di formazione, e anzi ne creino dei nuovi.

La disoccupazione giovanile è un tema centrale del pubblico dibattito. In momenti di tracollo congiunturale i giovani sono colpiti piú della media, siccome manca spesso loro l'esperienza richiesta dai datori di lavoro. In effetti nello scorso mese di marzo 2009 la disoccupazione giovanile (20 - 24 anni) era del 5,1% mentre la media della disoccupazione era del 3,4 %.

Alla conferenza stampa del 28 aprile 2009 a Berna, Doris Leuthard, capo del DFE, i direttori dell'Unione padronale svizzera e dell'Unione svizzera delle arti e dei mestieri, rispettivamente Thomas Daum e Hans-Ulrich Bigler, nonché il capo economista dell'Unione sindacale svizzera Daniel Lampart, sono stati unanimi nell'affermare che nella lotta alla disoccupazione giovanile bisogna opporre un fronte comune. Il Dipartimento federale dell'economia e gli interlocutori sociali si uniscono quindi per chiedere all'imprenditoria, ai Comuni e alle pubbliche amministrazioni di non smantellare posti di lavoro a scapito dei giovani. L'appello comune ai datori di lavoro ha il tenore seguente: non sopprimere posti di apprendistato, prolungare l'assunzione di chi sta terminando il tirocinio e - laddove esiste l'opportunità - creare nuovi posti per tirocinanti.

La consigliera federale Leuthard ha presentato inoltre un pieghevole informativo per i giovani e i datori di lavoro in cui si danno indicazioni sugli strumenti contro la disoccupazione giovanile e sugli sportelli per i giovani in cerca di lavoro. Questo pieghevole è stato consegnato anche alle rispettive organizzazioni del mercato del lavoro.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Simone Hug, portavoce DFE, tel. 031 322 20 25

Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
Internet: http://www.wbf.admin.ch
Ricerca a testo integrale

Altri rimandi:


Segreteria di Stato dell'economia SECO
Contatto | Basi legali
http://www.seco.admin.ch/aktuell/00277/01164/01980/index.html?lang=it