Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



La situazione sul lavoro è migliore nei piccoli uffici che in quelli grandi

Berna, 27.04.2010 - La SECO ha effettuato, in collaborazione con la Scuola universitaria professionale di Lucerna, un sondaggio in merito alle condizioni di lavoro negli uffici. Da esso risulta che i lavoratori sistemati in uffici di grandi dimensioni presentano più spesso sintomi di disturbi della salute e fanno registrare un numero maggiore di assenze per malattia rispetto agli altri. Inoltre il loro grado di soddisfazione sul lavoro è inferiore. Anche la produttività è stata valutata superiore nei piccoli uffici rispetto a quelli grandi.

L’inchiesta svizzera negli uffici (studio SBiB) ha permesso di raccogliere indicazioni relative alla frequenza di condizioni ambientali nocive (clima dei locali, qualità dell’aria, rumore, ecc.), ai sintomi di disturbi della salute dei lavoratori, alle loro esigenze nei confronti del posto di lavoro e al rispettivo grado di realizzazione, all’organizzazione del lavoro, allo stress e alla soddisfazione sul lavoro. Complessivamente hanno partecipato al sondaggio 125 aziende e 1230 persone tra 16 e 65 anni, di cui il 54% di uomini. Il sondaggio si è svolto nel periodo tra il mese di marzo e la metà di aprile 2009.

In generale i piccoli uffici sono valutati meglio rispetto ai grandi
I fattori ambientali più frequenti che hanno comportato un pregiudizio sono il rumore nel locale (dovuto alle conversazioni in sottofondo, alle telefonate di altri e agli apparecchi), l’aria secca, l’aria viziata e soffocante, i problemi di temperatura (troppo elevata, troppo bassa, variabile), l’illuminazione insufficiente e le correnti d‘aria.

I partecipanti all’inchiesta menzionano tanto più spesso le correnti d’aria, l’aria secca o l’aria viziata e il rumore nel locale quanto più aumentano le dimensioni dell’ufficio. La temperatura è stata spesso giudicata piuttosto bassa nei grandi uffici ed eccessivamente elevata nei piccoli uffici. L’ambiente viene valutato meno positivamente nei locali dotati di ventilazione meccanica rispetto a quelli che dispongono di una ventilazione naturale. In generale i fattori ambientali sono stati valutati meglio nei piccoli uffici rispetto a quelli grandi.

Bruciore agli occhi e difficoltà di concentrazione
I sintomi di disturbi della salute connessi più spesso con il posto di lavoro sono i pruriti, il bruciore o l’irritazione agli occhi, le difficoltà di concentrazione, il senso di pesantezza in testa, il mal di testa e la fatica. Questi sintomi sono nettamente meno frequenti nei piccoli uffici rispetto a quelli grandi. Tuttavia non sono state registrate differenze significative tra gli uffici dotati di ventilazione meccanica e quelli che dispongono di una ventilazione naturale.

Collaboratori più soddisfatti nei piccoli uffici
Differenze significative tra i vari tipi di uffici risultano anche per quanto riguarda l’organizzazione del lavoro: la soddisfazione generale sul lavoro è maggiore nei piccoli uffici, nei quali il lavoro viene interrotto meno di frequente, e quindi l’attrattiva del posto di lavoro è stata valutata in modo più positivo. In generale le persone che lavorano in piccoli uffici hanno dichiarato più spesso che il posto di lavoro permette loro di essere produttive.

Più assenze nei grandi uffici
Le assenze sono un fattore di costo importante. Le assenze per malattia sono state annunciate più spesso da persone che lavorano in grandi uffici rispetto a quelle che si trovano in piccoli uffici. Se inoltre si considera la limitazione della produttività dovuta alla presenza di sintomi vari, ne risultano ulteriori inconvenienti per gli uffici di grandi dimensioni.

Conclusione: la situazione sul lavoro e i fattori ambientali sono migliori nei piccoli uffici
In generale la situazione sul lavoro e i fattori ambientali sono stati valutati meglio nei piccoli uffici che in quelli più grandi. La soddisfazione generale sul lavoro è maggiore nel primo caso, vi sono meno assenze per malattia e minore è la frequenza dei sintomi manifestatisi.

Il massimo potenziale di conflitto negli uffici risulta da lavori che provocano rumore o disturbi (come telefonate, conversazioni, riunioni, ecc.) e dal bisogno di lavorare tranquillamente e quindi in modo concentrato.

Di conseguenza questi aspetti dovrebbero essere presi in considerazione nella pianificazione e nell’utilizzazione di uffici, in particolare degli uffici di grandi dimensioni, ricorrendo per esempio a separazioni fonoassorbenti tra i locali o a zone di lavoro specialmente separate dai locali rimanenti. Anche le installazioni tecniche (ventilazione, illuminazione, ecc.) dovrebbero essere adeguate alle esigenze e alle mansioni delle persone in questione. Tali provvedimenti permetterebbero alle imprese di evitare notevoli costi a medio e a lungo termine, dovuti ad esempio a un tasso elevato di assenze.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Christian Monn, SECO, supplente del caposettore Lavoro e salute,
tel. +41 (0)43 322 21 02, christian.monn@seco.admin.ch

Sibylla Amstutz, dipl. Arch HTL/SIA, Scuola universitaria professionale Lucerna - Tecnica & Architettura, Centro di competenza Tipologia & Pianificazione in Architettura (CCTP) tel. 041 349 34 61 / sibylla.amstutz@hslu.ch

Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
Internet: http://www.seco.admin.ch


http://www.seco.admin.ch/aktuell/00277/01164/01980/index.html?lang=it