Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Il consigliere federale Schneider-Ammann in missione economica in Polonia

Berna, 10.02.2012 - Dal 15 al 17 febbraio 2012 il consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann si recherà in Polonia per una missione economica finalizzata a intensificare le relazioni con il principale partner della Svizzera in Europa centrale. Sono in programma incontri bilaterali con rappresentanti del governo polacco e una visita alla zona economica speciale di Lodz. Il consigliere federale Schneider-Ammann sarà accompagnato a Lodz e a Varsavia da circa dieci rappresentanti del settore economico svizzero.

Storicamente, Svizzera e Polonia vantano relazioni bilaterali eccellenti. Consolidarle e svilupparle sul piano economico è l'obiettivo principale di questa missione.

Il colloquio con il vicepremier e ministro dell'economia Waldemar Pawlak sarà incentrato sulle relazioni economiche tra i due Paesi, sulle condizioni quadro di politica economica per le imprese svizzere in Polonia e sull'attuale situazione finanziaria a livello mondiale. Il vicepremier Pawlak e il consigliere federale Schneider-Ammann inaugureranno insieme un forum svizzero-polacco nel quale i rappresentanti del mondo economico svizzero convenuti potranno discutere con i loro omologhi polacchi le condizioni quadro economiche e il potenziale di cooperazione.

A Varsavia sono inoltre previsti incontri di lavoro con il ministro responsabile per il contributo svizzero all'allargamento Elzbieta Bienkowska, il ministro dell'agricoltura Marek Sawicki e il ministro della scienza e della formazione universitaria Barbara Kudrycka.

Oltre ai colloqui ufficiali, sono in programma una visita e una presentazione della zona economica speciale di Lodz, nella Polonia centrale. La delegazione si recherà presso una fiorente azienda elvetica locale e parteciperà a un forum imprenditoriale insieme ad alcuni operatori economici svizzeri della regione. L'iniziativa, organizzata in stretta collaborazione con il Swiss Business Hub, l'ambasciata svizzera di Varsavia e la Camera di commercio Svizzera-Polonia, mira a promuovere gli investimenti e il sostegno a favore delle imprese elvetiche attive nella regione.

La Polonia è il principale partner della Svizzera in Europa centrale. Inoltre, è stato l'unico Paese membro dell'UE che è riuscito a evitare la recessione nell'anno critico del 2009. Nel 2010 la crescita era già risalita al 3,8 per cento e nel 2011 è stata del 4 per cento.


Questa situazione positiva ha giovato anche al commercio bilaterale tra la Polonia e la Svizzera. Dopo il forte calo del 2009 dovuto alla crisi, il 2010 ha segnato una netta ripresa sia per le esportazioni (+14%) sia per le importazioni dalla Polonia (+15%). Nel 2011 il volume aggregato degli scambi ha raggiunto quota 3,3 miliardi di franchi, portando la Polonia al livello di partner importanti quali Russia, Brasile o Turchia.

L'importo degli investimenti diretti svizzeri in Polonia, circa 5,3 miliardi di franchi, fa di questo Paese il principale beneficiario di capitali elvetici in Europa centrale. Le aziende svizzere in Polonia hanno dato lavoro a circa 35 000 persone.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Matthias Kägi, portavoce DFE, tel. +41 31 322 20 34, cellulare +41 79 434 04 93

Birgit Thomsen Guth, responsabile delle relazioni economiche con la Polonia, settore Relazioni economiche bilaterali Europa / Asia centrale, SECO, Tel. +41 31 322 24 35

Hugo Bruggmann, caposettore Contributo all’allargamento / Coesione, SECO, tel. +41 31 322 37 64

Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
Internet: http://www.wbf.admin.ch
Ricerca a testo integrale



http://www.seco.admin.ch/aktuell/00277/01164/01980/index.html?lang=it