Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Buon finanziamento delle PMI anche durante la crisi

Berna, 20.04.2012 - La Svizzera ha partecipato a un progetto pilota dell’OCSE nell’ambito del quale è stato operato un confronto tra le situazioni del credito alle piccole e medie imprese (PMI) di diversi Paesi. La prima edizione del quadro di valutazione dell’OCSE relativo al finanziamento delle PMI è stata pubblicata a Parigi il 19 aprile 2012. Essa rivela che le PMI in Svizzera, durante la crisi economica e finanziaria del 2008 – 2009, hanno beneficiato di un miglior accesso al credito rispetto a quelle in altri Paesi.

Nel 2010, il Working Party on Small and Medium Enterprises and Entrepreneurship (WPSMEE) dell’OCSE ha avviato un progetto pilota nell’ambito del quale sono stati selezionati 13 indicatori relativi alla situazione dei mercati dei crediti, che sono stati usati come base per il confronto fra i diversi Paesi. Oltre alla Svizzera hanno preso parte al progetto altri 17 Paesi.

La prima edizione del quadro di valutazione (Scoreboard) dell’OCSE relativo al finanziamento delle PMI è di grande importanza per colmare le lacune d'informazione sul finanziamento di tali imprese. Essa consente una panoramica, a livello nazionale e internazionale, sull’accesso delle PMI al mercato creditizio dal 2007 al 2010.

Lo Scoreboard rivela che la Svizzera, per varie ragioni, ha superato meglio di altri Paesi la crisi economica e finanziaria. A differenza di altri Paesi, in Svizzera, anche durante la crisi sono stati registrati tassi di crescita positivi per quanto riguarda i crediti alle PMI. Tuttavia, come altri Paesi che hanno partecipato alla valutazione, la Svizzera ha segnato un forte calo degli investimenti in capitale di rischio (del 60% circa).

Tra le ragioni del buon superamento della crisi da parte della Svizzera, gli autori del quadro di valutazione adducono la politica favorevole alle imprese e la flessibilità degli orari di lavoro: la Svizzera avrebbe tratto vantaggio da un afflusso di forza lavoro altamente qualificata e dalla precedente transizione dai rami industriali tradizionali ai settori specializzati più promettenti. Questi fattori avrebbero contribuito a mantenere basso il numero dei disoccupati e solida la domanda interna.

La crisi globale del 2008 - 2009 ha dimostrato l'importanza della sicurezza di finanziamento delle PMI. L’OCSE ha quindi intensificato i propri sforzi nella raccolta di dati e informazioni statistiche concernenti il finanziamento delle PMI e nel confronto tra le situazioni dei diversi Paesi. I dati di riferimento permettono di osservare in maniera più approfondita la situazione del finanziamento delle PMI. In futuro il quadro di valutazione verrà aggiornato annualmente.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Markus Willimann, vicecapo Politica a favore delle PMI, Direzione della piazza economica, SECO
Politica a favore delle PMI, Tel. +41 31 324 98 10

Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
Internet: http://www.seco.admin.ch
Ricerca a testo integrale



http://www.seco.admin.ch/aktuell/00277/01164/01980/index.html?lang=it