Segreteria di Stato dell'economia SECO

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Indennità per lavoro ridotto

L’introduzione del lavoro ridotto serve a far fronte a un calo temporaneo dell’attività e a mantenere i posti di lavoro. L’indennità per lavoro ridotto (ILR) è un’alternativa al rischio di licenziamento, che viene offerta ai datori di lavoro dall’assicurazione contro la disoccupazione. II datore di lavoro risparmia così i costi della fluttuazione del personale (costi d’introduzione, perdita di know-how aziendale ecc.) e conserva a medio termine la disponibilità della manodopera. I lavoratori hanno il vantaggio di scongiurare la disoccupazione e mantenere un’ampia protezione sociale nell’ambito del contratto di lavoro, evitando così lacune di contribuzione nella previdenza professionale.

I lavoratori hanno il diritto di rifiutare l'indennità per lavoro ridotto. In tal caso, il datore di lavoro è tenuto a versare l'intero salario, ma per i lavoratori aumenta il rischio di licenziamento. 

Dopo l'abrogazione delle direttive sull'aumento della durata massima di riscossione dell'indennità per lavoro ridotto e sul franco forte, dal 1° gennaio 2014 vale quanto segue:

la durata massima di riscossione dell'indennità per lavoro ridotto è di 12 mesi. Per il periodo di attesa valgono le disposizioni di cui all'art. 50 cpv. 2 OADI.

Le oscillazioni dei corsi di cambio vengono imputate al normale rischio aziendale (art. 33 cpv. 1 lett. a LADI).

Opuscoli

Moduli

Circolari

Informazioni

Per domande riguardanti l'indennità per lavoro ridotto rivolgersi al servizio cantonale o alla cassa di disoccupazione competenti.

Fine zona contenuto



Segreteria di Stato dell'economia SECO
Contatto | Basi legali
http://www.seco.admin.ch/themen/00385/04770/04772/index.html?lang=it