Segreteria di Stato dell'economia SECO

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



L’assicurazione contro la disoccupazione

L’assicurazione contro la disoccupazione (AD) offre un reddito sostitutivo adeguato e si impegna a favorire un rapido reinserimento dei disoccupati nel mercato del lavoro. Allo stesso modo può, in determinate situazioni, aiutare le imprese a superare fasi difficili e a conservare i posti di lavoro.

La SECO, l'autorità svizzera del mercato del lavoro, è responsabile della legge sul collocamento e della legge sull'assicurazione contro la disoccupazione. I Cantoni, gli uffici regionali di collocamento (URC), i servizi logistici per l'approntamento di provvedimenti inerenti al mercato del lavoro (LPML) e le casse di disoccupazione sono incaricate dell'esecuzione della legge. La SECO, in collaborazione con gli organi esecutivi, interviene contro la disoccupazione. L'AD provvede a garantire un reddito sostitutivo adeguato ai disoccupati e si impegna a favorirne un reinserimento rapido e duraturo nel mercato del lavoro. Inoltre, la SECO rappresenta la Svizzera a livello internazionale in materia di collocamento, di fornitura di personale a prestito e per tutte le questioni riguardanti la disoccupazione.

Una delle principali prestazioni dell'AD è l'indennità di disoccupazione. Le persone disoccupate ricevono una compensazione adeguata per la perdita di guadagno (equivalente al 70 o all'80% dell'ultimo reddito; il reddito massimo assicurabile corrisponde a 126 000 franchi all'anno). Il numero di indennità dipende dall'età della persona, dall'obbligo di mantenimento e dai mesi di contribuzione accumulati durante il relativo termine quadro. L'indennità viene versata direttamente dalla cassa di disoccupazione competente. Le persone che svolgono un'attività indipendente non versano contributi all'AD e non sono assicurate.

Gli URC sono specializzati nei settori del mercato del lavoro, del collocamento e della disoccupazione. Con oltre 100 uffici, essi sono la principale piattaforma svizzera di collocamento. In effetti, sia i datori di lavoro che offrono un posto vacante sia i disoccupati che cercano un lavoro trovano nell'URC un interlocutore di fiducia in materia di collocamento.

L'AD sostiene, tramite contributi finanziari, misure di occupazione e di qualificazione volte a garantire o favorire la competitività sul mercato del lavoro e il collocamento dei disoccupati. Si tratta in particolare di corsi e programmi di occupazione temporanea ma anche di periodi di pratica professionale, semestri di motivazione, aziende di pratica commerciale o di misure speciali come gli assegni per il periodo di introduzione o gli assegni di formazione

Per le persone minacciate dalla disoccupazione nell'ambito di un licenziamento collettivo possono essere adottate a titolo preventivo misure di accertamento o di qualificazione. Inoltre, all'interno delle imprese toccate dai licenziamenti collettivi, può essere istituito un apposito servizio che assiste più da vicino le persone coinvolte.

Il lavoro ridotto è una riduzione temporanea o una sospensione completa dell'attività dell'azienda. L'indennità per lavoro ridotto (ILR) intende coprire le perdite di lavoro temporanee imputabili alla situazione congiunturale mantenendo così i posti di lavoro. Tale indennità consente di offrire ai datori di lavoro un'alternativa al licenziamento.

L'indennità per intemperie (IPI) si prefigge, analogamente all'indennità per lavoro ridotto, il mantenimento dei posti di lavoro. Può essere versata soltanto in determinati rami (ad es. settore della costruzione) nei casi in cui, a causa di intemperie, la continuazione dei lavori è tecnicamente impossibile o economicamente insostenibile oppure non la si può ragionevolmente esigere dai lavoratori.

L'indennità per insolvenza (IDI) copre, per un massimo di quattro mesi, la perdita di guadagno in caso di insolvenza del datore di lavoro. l'IDI è versata soltanto se il lavoro è stato effettivamente prestato.

Fine zona contenuto



Segreteria di Stato dell'economia SECO
Contatto | Basi legali
http://www.seco.admin.ch/themen/00385/04770/index.html?lang=it