Misure per persone in cerca d’impiego

Il 25 marzo 2020 il Consiglio federale ha deciso ulteriori misure per arginare le conseguenze economiche della diffusione del coronavirus.

  • Obbligo di annunciare i posti vacanti: sono provvisoriamente aboliti l’obbligo di annuncio nonché tutti i compiti e doveri dei datori di lavoro e del servizio pubblico di collocamento. Ciò consente di agevolare le procedure di reclutamento ad es. di personale medico, ma anche per il settore farmaceutico, l’agricoltura o la logistica.
    L’ordinanza COVID-19 obbligo di annunciare i posti vacanti del 25 marzo 20201 è abrogata con effetto dall’8 giugno 2020.  
  • Assicurazione contro la disoccupazione (AD): si rinuncia all’inoltro della prova delle ricerche di lavoro. Le persone assicurate dovranno inoltrare la prova delle ricerche di lavoro entro un mese dopo lo scadere dell’ordinanza 2 COVID-19. Come periodo di controllo si applicherà l’intera durata di validità di questa ordinanza.
  • Per evitare l’esaurimento del diritto all’indennità AD, tutte le persone aventi diritto all’indennità beneficiano al massimo di 120 indennità giornaliere supplementari.
  • Il termine quadro per la riscossione della prestazione è prolungato di 2 anni se la riscossione integrale non è possibile nel termine quadro in corso
 

Ultima modifica 02.07.2020

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Arbeit/neues_coronavirus/massnahmen_arbeitslose.html