La responsabilità sociale d’impresa in settori economici specifici

In determinati settori l’esercizio della RSI è sottoposto a sollecitazioni molto particolari. Gli strumenti sviluppati per tali ambiti servono a fornire un supporto alle aziende e a renderle consapevoli delle loro responsabilità di gestione inerenti a settori e prodotti specifici. Inoltre le imprese attive in aree in cui la responsabilità normativa dello Stato è poco esercitata o non lo è del tutto, si trovano confrontate a sfide enormi. La Confederazione avvia e sostiene gli strumenti di RSI nell’ambito di specifici settori.

Materie prime

Le raccomandazioni contenute nel Rapporto di base sulle materie prime del Consiglio federale del 2013, affrontano i potenziali rischi nell’ambito dei diritti umani, degli standard sociali e ambientali, della corruzione e della reputazione. Il Consiglio federale appoggia in particolare gli strumenti e le iniziative riportate di seguito.

Agricoltura

La presenza di sistemi di sfruttamento del suolo equi e trasparenti, in grado di garantire soprattutto ai gruppi di popolazioni più povere l’accesso alla terra e ad altre risorse naturali è fondamentale, soprattutto nelle aree rurali dei Paesi in via di sviluppo. Inoltre, per garantire l’alimentazione a tutta la popolazione mondiale sono necessari investimenti responsabili nel settore dell’agricoltura e dell’alimentazione. Le imprese consapevoli del processo di diligente verifica nell’ambito delle rispettive catene di creazione del valore possono evitare eventuali ripercussioni negative sulla società e sull’ambiente. L’applicazione pratica di tali aspetti passa anche attraverso i seguenti strumenti

  • Linee guida volontarie dell’ONU per una governance responsabile: linee guida che offrono un orientamento a Stati e imprese sulle pratiche riconosciute a livello internazionale nell’ambito dei sistemi di sfruttamento del suolo e contribuiscono a migliorare la regolamentazione e le relative politiche nei vari Paesi, aumentando la trasparenza e rafforzando le capacità degli enti competenti.
  • Principi fondamentali per investimenti responsabili in agricoltura e sistemi alimentari: identificano i principali portatori d’interessi (stakeholder) e le rispettive responsabilità nell’ambito di investimenti sostenibili in campo agricolo e alimentare e offrono una cornice operativa alle loro attività.
  • Guida OCSE-FAO per catene di approvvigionamento agricolo responsabili: guida settoriale che fornisce alle imprese attive nel settore agricolo un supporto basato su standard internazionali per il processo di diligente verifica nell’ambito di una catena di creazione di valore sostenibile.
  • Piattaforma svizzera per il cacao sostenibile: Questa piattaforma, sostenuta dalla SECO, conduce un dialogo con gli attori coinvolti, fissa obiettivi comuni e sviluppa soluzioni per le sfide nella produzione e nell'approvvigionamento di cacao sostenibile.
  • Rete svizzera per la soia: questa iniziativa volontaria del settore promuove la coltivazione responsabile e l'approvvigionamento sostenibile di soia da foraggio.
  • Rete svizzera dell'olio di palma: importanti attori dell'industria alimentare uniscono le loro forze in questa rete. Sono impegnati nella coltivazione, nella lavorazione, nella commercializzazione e nell'uso di olio di palma e olio di palmisti sostenibili.  

Finanza

A causa delle svariate attività d’investimento e della crescente complessità dei modelli di business, il settore finanziario è particolarmente esposto al pericolo di potenziali ripercussioni negative sulla società e sull’ambiente. I seguenti strumenti e iniziative consentono di attenuare tali rischi.

  • OECD Responsible Business Conduct in the Financial Sector: l’OCSE mette a disposizione delle imprese multinazionali attive nel settore finanziario (incl. investitori istituzionali) strumenti di applicazione delle sue linee guida.
  • Groupe de Thoune: iniziativa nell’ambito della quale banche universali attive a livello internazionale hanno redatto un documento di discussione sull’attuazione dei principi guida dell’ONU su imprese e diritti umani.
  • Swiss Sustainable Finance: l’associazione svizzera per la finanza sostenibile rafforza il posizionamento della Svizzera nel mercato globale della finanza sostenibile e funge da piattaforma di scambio di vedute in questo ambito.
  • UNEP Inquiry into the Design of a Sustainable financial system: iniziativa che punta a raccogliere esempi di best-practice e le esperienze di vari Paesi, nonché a definire strategie per orientare il sistema finanziario verso le esigenze dello sviluppo sostenibile.

Sicurezza

Nelle aree in cui sono presenti conflitti armati e in cui lo Stato di diritto è fragile, spesso Governi e aziende affidano a società militari e di sicurezza private il compito di garantire la sicurezza. Il Documento di Montreux offre una panoramica sugli obblighi di diritto internazionale cui sottostanno le società militari e di sicurezza private che operano nei teatri di guerra. Comprende inoltre un elenco di buone pratiche intese ad assistere gli Stati nell’adempimento dei loro obblighi in materia di diritto internazionale. Sottoscrivendo il Codice di condotta internazionale per i servizi privati di sicurezza, le società si impegnano a rispettare i diritti umani e il diritto internazionale umanitario nelle aree in cui lo Stato di diritto è fragile. Le buone pratiche quando si lavora con le forze di sicurezza pubbliche e i fornitori privati di servizi di sicurezza si trovano nel toolkit "Affrontare le sfide in materia di sicurezza e diritti umani in ambienti complessi".

Abbigliamento e calzature

L’abbigliamento e le calzature rappresentano uno dei principali beni di consumo in tutto il mondo. In questo settore i potenziali rischi di ripercussioni negative sulla società e sull’ambiente risiedono nell’attività diretta delle imprese o delle rispettive catene di creazione di valore. La Guida OCSE sul dovere di diligenza per catene di approvvigionamento responsabili nel settore dell’abbigliamento e delle calzature è uno strumento rivolto alle società multinazionali per guidarle nell’attuazione delle linee guida dell’OCSE, in particolare in merito al processo di diligente verifica finalizzato al rispetto dei diritti umani e dell’ambiente nella catena di creazione del valore. Si tratta di una guida settoriale che aiuta le imprese a identificare e ad attenuare i potenziali rischi nonché a renderne conto.

Ultima modifica 28.10.2020

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/Gesellschaftliche_Verantwortung_der_Unternehmen/CSR_fuer_Branchen.html