Il meccanismo di composizione delle controversie è efficace?


Alcune sentenze arbitrali, relative a procedimenti arbitrali originati da controversie tra investitori e Stato, hanno suscitato dibattito negli ambienti interessati e nell’opinione pubblica. Ciononostante sul piano pratico la validità del dispositivo per la composizione delle controversie previsto dagli API è stata ampiamente confermata negli ultimi anni. Gli API consentono agli investitori di ottenere - entro un termine prevedibile - un titolo giuridico esecutivo a livello internazionale, impugnabile soltanto a condizioni restrittive. Occorre inoltre osservare che soltanto una minima parte delle controversie tra gli investitori e gli Stati in cui avvengono gli investimenti sfociano in un procedimento arbitrale. Normalmente le controversie possono essere risolte prima dell’avvio di un procedimento arbitrale - con o senza l’aiuto delle autorità dello Stato di origine dell’investitore ‒ nel rispetto degli interessi di entrambe le parti.

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/Internationale_Investitionen/Vertragspolitik_der_Schweiz/Wirksamkeit_Streitschlichtungsmechanismus.html