Relazioni bilaterali Svizzera - Unione europea

Relazioni Svizzera - UE sullo scambio dei servizi

I legami tra la Svizzera e l'Unione Europea (UE) sullo scambio dei servizi sono molto stretti e toccano, tranne qualche rara eccezione, tutti i settori dei servizi. La Svizzera è per l'UE il secondo partner commerciale nel campo dei servizi, dopo gli USA e prima del Giappone. Per la Svizzera, l'UE è il partner commerciale più importante per quanto riguarda i servizi.

Nel luglio 2002 e, nel quadro dei Bilaterali II, sono stati avviati formalmente dei negoziati con la Comunità Europea riguardo ad una liberalizzazione generale dei servizi. Ma, data la moltitudine di punti aperti e la complessità dei dossiers, nel marzo 2003, le parti contraenti hanno deciso di comune accordo di interrompere i negoziati.

06.3291 Mozione Gruppo socialista (PDF, 14 kB, 24.02.2016)Apertura del mercato per fornitori di servizi finanziari e di servizi rivolti alle imprese


02 05.3125 Interpellanza Rennwald. Liberalizzazione dei servizi in Europa. Direttiva Bolkestein (PDF, 19 kB, 24.02.2016)Direttiva relativa ai servizi nel mercato interno, mutuo riconoscimento, principio del paese d'origine, mercato del lavoro, libera circolazione delle persone, relazioni della Svizzera con l'Unione europea.


Negoziati bilaterali II

Nel luglio 2002 e nel quadro degli accordi bilaterali II sono stati avviati dei negoziati con l’Unione Europea per una liberalizzazione generale dei servizi. Dati i numerosi punti aperti e la complessità dei fascicoli, le Parti hanno tuttavia deciso di comune accordo di
interrompere i negoziati nel marzo 2003.

Qui di seguito trovate i relativi comunicati stampa:





Ultima modifica 02.02.2016

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/Internationaler_Handel_mit_Dienstleistungen/FAH_Bilateral_und_EFTA/Bilaterale_Beziehungen_Schweiz-EU.html