Linee guida OCSE per imprese multinazionali

Le linee guida OCSE per imprese multinazionali sono raccomandazioni che i governi dei 35 Stati membri dell'OCSE e di una dozzina di altri Paesi (Egitto, Argentina, Brasile, Colombia, Costa Rica, Giordania, Kazakhstan, Lituania, Marocco, Perù, Romania, Tunisia e Ucraina, stato luglio 2017) rivolgono alle imprese operanti nel loro territorio nazionale. Il 25 maggio 2011, a Parigi, la conferenza ministeriale dell’OCSE ha approvato una versione aggiornata di queste linee guida. Esse comprendono un ampio ventaglio di temi correlati alla responsabilità sociale d’impresa (Corporate Social Responsibility, CSR) e trovano applicazione in tutti i campi in cui le imprese multinazionali degli Stati firmatari svolgono le loro attività. Le linee guida sono uno strumento importante, da utilizzare per dare un orientamento alla globalizzazione.

Le Linee guida dell'OCSE sono le prime norme comportamentali esaustive volte ad aiutare le imprese a realizzare la Corporate Social Responsibility (CSR). Negoziate su scala multilaterale e approvate nel 1976, esse intendono garantire che le attività delle imprese multinazionali siano in sintonia con le politiche statali, che la base di fiducia tra le imprese e il relativo Paese in cui operano venga rafforzata, che il clima per investimenti esteri venga migliorato e che il contributo delle imprese multinazionali a favore di uno sviluppo sostenibile venga incrementato. L'attuazione delle linee guida è facoltativa ed esse non sono giuridicamente vincolanti. Tuttavia gli Stati membri si sono impegnati a istituire un punto di contatto nazionale a cui notificare i casi di violazione delle linee guida. Successivamente i punti di contatto nazionali possono avviare una procedura informale di conciliazione.

Le Linee guida sono una parte integrante della dichiarazione dell'OCSE sugli investimenti internazionali e le imprese multinazionali. Si tratta di un pacchetto di misure volto a incentivare gli investimenti diretti tra Stati membri dell'OCSE. Il Comitato Investimenti dell'OCSE sorveglia l'applicazione delle Linee guida e promuove, a scadenze regolari, lo scambio d'opinioni.


Aggiornamento delle linee guida dell'OCSE 2010/2011

Dalla revisione globale delle linee guida dell'OCSE, avvenuta nel 2000, la globalizzazione ha ulteriormente mutato lo scenario degli investimenti e delle attività delle imprese multinazionali. Gli Stati non membri dell'OCSE attraggono gli investimenti internazionali in misura crescente; nel contempo, le imprese multinazionali dei Paesi emergenti hanno acquisito un'importanza molto maggiore. La crisi finanziaria ed economica ha fatto emergere lacune nella conduzione aziendale, evidenziando ulteriormente la necessità di un rafforzamento delle linee guida dell'OCSE per consentire a queste ultime di continuare ad essere uno strumento di promozione mondiale della responsabilità sociale d'impresa. Le numerose modifiche apportate sotto il profilo formale e dei contenuti rispondono a questa necessità. Oltre all'adeguamento degli otto capitoli tematici esistenti, riguardo ai contenuti sono particolarmente rilevanti il nuovo capitolo sui diritti umani e le disposizioni relative all'obbligo di diligenza delle imprese in materia di catene di fornitura (v. capitolo 2).

Durante il processo di aggiornamento, il Comitato Investimenti ha condotto numerose consultazioni con i diversi gruppi d'interesse, contribuendo a creare maggior trasparenza. Gli Stati partecipanti si sono chiaramente espressi a favore della continuazione di uno scambio regolare con il Comitato Consultivo Economico e Industriale (Business and Industry Advisory Committee, BIAC), con la Commissione Sindacale Consultiva (Trade Union Advisory Committee, TUAC) e con gli ONG, rappresentate dall'OECD Watch.

Ultima modifica 19.10.2017

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato dell'economia
Investimenti int. e imprese multinazionali
Holzikofenweg 36
3003 Berna

E-mail

Stampare contatto

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/OECD-Guidelines.html