Legge sul cioccolato e protocollo numero 2

Compensazione del prezzo dei prodotti di base per prodotti agricoli trasformati

Il meccanismo di compensazione dei prezzi retto dalla legge federale sull’importazione e l’esportazione dei prodotti agricoli trasformati (RS 632.111.72; cosiddetta «legge sul cioccolato») compensa, sia sul lato delle importazioni che su quello delle importazioni, gli elevati prezzi svizzeri per i prodotti agricoli di base. Per l’esportazione la compensazione in dogana avviene tramite la concessione di contributi all’esportazione per i prodotti agricoli di base trasformati mentre, per l’importazione, vengono prelevati dazi doganali (elementi tariffali mobili) per compensare la differenza di prezzo dei prodotti di base fra il mercato interno e quello esterno. Il dazio doganale per i prodotti agricoli trasformati viene calcolato in base ai prezzi di riferimento dei prodotti di base.

La legge sul cioccolato attua anche le disposizioni del Protocollo n. 2 dell’Accordo di libero scambio Svizzera-UE (RS 0.632.401.2), che disciplina il meccanismo di compensazione del prezzo nel commercio con l’UE. Il Protocollo n. 2, riveduto nell’ambito degli Accordi bilaterali II, considera la differenza fra il prezzo svizzero e il prezzo inferiore dei prodotti di base nell’UE (compensazione netta dei prezzi) e non la differenza fra il prezzo svizzero e il prezzo, ancora inferiore, del mercato mondiale.

Contatto

Segreteria di Stato dell’economia SECO
Settore Circolazione internazionale delle merci
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna

Tel. +41 (0)58 464 08 74

E-Mail

Stampare contatto

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/Warenverkehr/Tarifpolitik/Schoggigesetz_und_Protokoll_Nr_2.html