Misure di salvaguardia sulle importazioni di siderurgici

L’Unione Europea (UE) ha imposto misure di salvaguardia sulle importazioni di alcuni prodotti siderurgici nel 2018 in risposta ai dazi statunitensi su siderurgici e alluminio (vedi Importazioni di acciaio e alluminio negli USA (admin.ch)). Anche Il Regno Unito ha imposto misure di salvaguardia sulle importazioni di alcuni prodotti siderurgici dal 1 gennaio 2021, dopo il suo ritiro dall'UE. La Svizzera è interessata da queste misure, che si basano sul diritto dell'OMC.

Misure prese dall'Unione europea

La Commissione UE ha adottato misure di salvaguardia definitive sulle importazioni di acciaio nel Regolamento di esecuzione (UE) 2019/159 del 31 gennaio 2019. Le misure di salvaguardia sono state applicate dal 2 febbraio 2019 al 30 giugno 2021.

Nell'ambito dell'attuazione del Regolamento di esecuzione (UE) 2021/1029 del 24 giugno 2021, la Commissione europea ha deciso di prorogare per tre anni le misure di salvaguardia sulle importazioni di alcuni prodotti di siderurgici Queste misure di salvaguardia dell'UE saranno applicate fino al 30 giugno 2024.

Le misure di salvaguardia sono attuate sotto forma di contingenti tariffari per paese e per categoria di prodotto (26 in totale). Le eccezioni sono i gruppi di prodotti 8 e 25A, per i quali sono fornite solo quote globali senza assegnazione per paese. Per la Svizzera, esistono contingenti specifici per i gruppi di prodotti 12, 14, 16, 21, 26 e 27. L’entità dei contingenti è basata sulla media delle importazioni annuali nel 2015, 2016 e 2017, con i volumi dei contingenti aumentati del 3% ogni anno. Per le altre categorie di prodotti, le importazioni dalla Svizzera sono incluse nei contingenti globali per gli altri paesi.

Un dazio supplementare del 25% è dovuto sulle importazioni che superano i contingenti.

Il tasso di utilizzo delle quote è pubblicato dalla Commissione europea al seguente link ed è continuamente aggiornato.

Misure prese dal Regno Unito

In seguito all'uscita del Regno Unito dall'UE, quest’ultimo ha introdotto misure di salvaguardia separate sulle importazioni di alcuni prodotti siderurgici (in tutto 19 categorie di prodotti delle misure di salvaguardia dell'UE sulle importazioni di acciaio) dal 1° gennaio 2021.

Il 30 giugno 2021, il Regno Unito ha deciso di prorogare queste misure per tre anni. Questa estensione si applica a dieci categorie di prodotti (1 / 2 / 4 / 5 / 13 / 19 / 20 / 21 / 25A / 25B / 26) fino al 30 giugno 2024 e a cinque categorie di prodotti (6 / 7 / 12 / 16 / 17) fino al 30 giugno 2022.

Le misure di salvaguardia sono attuate sotto forma di contingenti tariffari per paese e per categoria di prodotto. L’entità delle quote è basata sulla media delle importazioni annuali nel 2015, 2016 e 2017, con un aumento dei volumi dei contingenti del 3% all'anno. Non ci sono contingenti tariffari specifici per la Svizzera; le importazioni dei prodotti in questione dalla Svizzera sono quindi soggette ai contingenti globali per gli altri paesi.

Un dazio addizionale del 25% è dovuto sulle importazioni che superano i limiti del contingente.

Il tasso di utilizzo del contingente per il Regno Unito può essere consultato al seguente link (cerca la linea tariffaria, poi seleziona il numero del contingente sotto Import).

Posizione delle autorità federali

La Svizzera ha ripetutamente fatto pressioni sulla Commissione europea e sugli Stati membri dell'UE per essere esentata dalle misure di salvaguardia. L'obiettivo è che queste misure di difesa commerciale non limitino il commercio tra la Svizzera e l'UE e che rispettino pienamente gli obblighi dell'accordo di libero scambio Svizzera-UE del 1972 e il diritto dell'OMC. Allo stesso modo, la Svizzera è intervenuta ripetutamente presso il Regno Unito per garantire che le misure di salvaguardia britanniche non limitino il commercio tra i due paesi.


Comunicati stampa

01.02.2019

Misure di salvaguardia dell’UE sulle importazioni di acciaio: conseguenze per la Svizzera

Il 31 gennaio 2019 l’UE ha emanato misure di salvaguardia definitive sotto forma di contingenti tariffari sulle importazioni di prodotti di acciaio provenienti da Paesi terzi. Queste misure riguardano anche le importazioni di acciaio nell’UE provenienti dalla Svizzera.

13.11.2018

Accordo di libero scambio Svizzera–UE: riunione del Comitato misto

Il 13 novembre 2018 si è tenuta a Thun la 65ª riunione del Comitato misto dell’Accordo di libero scambio tra la Svizzera e l’Unione europea (UE). I colloqui si sono incentrati sulle misure di salvaguardia dell’UE in materia di acciaio.

18.09.2018

Svizzera-UE: colloqui sulle misure di salvaguardia dell’UE per le importazioni di acciaio

Il 17 settembre 2018 si è tenuta a Bruxelles una riunione straordinaria del Comitato misto istituito dall’Accordo di libero scambio tra la Svizzera e l’UE siglato nel 1972. Si è discusso delle misure di salvaguardia dell’UE sulle importazioni di acciaio, che riguardano anche la Svizzera.

Ultima modifica 16.09.2021

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Circolazione internazionale delle merci
Holzikofenweg 36
3003 Berna

E-Mail

Stampare contatto

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/handelsschutzmassnahmen/EU_schutzmassnahmen_stahl.html