Importazioni di acciaio e alluminio negli USA

Imposizione di dazi doganali su alcuni prodotti a partire dal 23 marzo 2018

Gli USA hanno annunciato lo scorso 8 marzo 2018 l’introduzione di dazi doganali del 25% su alcuni prodotti di acciaio e del 10% su alcuni prodotti di alluminio per ragioni di sicurezza nazionale. In un primo tempo Canada, Messico, Argentina, Australia, Brasile e UE sono stati provvisoriamente esentati da questi dazi fino al 1° maggio. Il 30 aprile le autorità americane hanno prorogato la deroga provvisoria per questo gruppo di Paesi fino al 1° giugno. Solo la Corea del Sud beneficia di un’esenzione permanente per l’acciaio. I dazi doganali prelevati dal 23 marzo 2018 sui prodotti di acciaio e alluminio continuano ad essere applicabili sulle importazioni dalla Svizzera perché le autorità americane non si sono ancora pronunciate sull’esenzione richiesta dalla Svizzera. Il nostro Paese continuerà ad adoperarsi in tal senso.

Indipendentemente da questo processo, la Casa Bianca ha incaricato il Dipartimento del commercio USA di elaborare le procedure per escludere prodotti specifici dall’applicazione di queste misure.

Queste procedure (scadenze, moduli) sono descritte in dettaglio sul sito del Dipartimento USA del commercio: U.S. Department of Commerce Announces Steel and Aluminum Tariff Exclusion Process  

Come procedere?

  • Le richieste di esenzione per prodotti specifici devono essere avanzate dai rappresentanti americani delle aziende estere o dai clienti USA di aziende estere («only individuals or organizations using steel or aluminum in business activities – e.g. construction, manufacturing, or supplying steel product to users – in the United States»).
  • Le richieste saranno esaminate sotto l’aspetto della sicurezza nazionale per determinare se il prodotto in questione è fabbricato in qualità soddisfacente e in quantità sufficiente e è adeguatamente disponibile negli USA.
  • Il numero di riferimento per le richieste riguardanti l’acciaio è BIS-2018-0006, quello per le domande riguardanti l’alluminio è BIS-2018-0002.
  • Le richieste possono essere trasmesse in qualsiasi momento in formato pdf elettronico sul sito www.regulations.gov. Le richieste non devono oltrepassare 25 pagine, comprendenti gli allegati (exhibits).
  •  Punto di contatto delle autorità americane:

Comunicazione delle esenzioni approvate e entrata in vigore

  • Le domande di esenzione sono approvate unicamente per un solo prodotto. Le esenzioni sono limitate all’azienda o all’organizzazione che ne ha fatto esplicita domanda. Di conseguenza, le esenzioni non saranno applicate in maniera orizzontale a tutti i clienti o rappresentanti.
  • Normalmente, il termine entro il quale il Dipartimento del commercio USA decide su una richiesta di esenzione è di 90 giorni al massimo. Il Dipartimento pubblica le risposte a tutte le richieste di esenzione con il numero di riferimento BIS-2018-0006 o BIS-2018-0002 sul sito www.regulations.gov.
  • Le richieste di esenzione che saranno state approvate entreranno in vigore 5 giorni lavorativi dopo la pubblicazione delle risposte su www.regulations.gov. Esse restano in principio valide per un anno.

Informationsaustausch mit der Schweizer Wirtschaft: Massnahmen der USA (PDF, 91 kB, 23.04.2018)Queste informazioni sono attualmente disponibili solo in tedesco. La traduzione segue tra poco.

List of steel and aluminium products subject to additonal US duty

Procedura di risoluzione delle controversie dell'OMC contro le misure statunitensi relative all'acciaio e all'alluminio

Il 9 luglio 2018 la Svizzera ha avviato una procedura di risoluzione delle controversie dell'OMC contro le restrizioni statunitensi alle importazioni di determinati prodotti di acciaio e alluminio. La Svizzera ritiene che queste misure siano contrarie al diritto dell'OMC. Poiché le consultazioni, che rappresentano la prima fase di questa procedura, non hanno permesso di trovare una soluzione, la Svizzera ha chiesto l'istituzione di un gruppo di esperti. Quest'ultimo è stato istituito il 4 dicembre 2018 e la procedura è attualmente in corso. Le misure statunitensi sono attualmente oggetto di altre sei procedure di risoluzione delle controversie dell'OMC da parte di Cina, India, Norvegia, Russia, Turchia e Unione europea.

Ultima modifica 18.09.2019

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Commercio mondiale
Holzikofenweg 36
3003 Berna

E-Mail

Stampare contatto

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/handelsschutzmassnahmen/wirtschaftsbeziehungen_ch_usa.html