Affari internazionali del lavoro

Stabilità e dialogo sociale e migliore ridistribuzione delle opportunità della globalizzazione

Mercati e società aperti sono la base del benessere e della democrazia. A causa dei cambiamenti derivanti dalla globalizzazione, tuttavia, la crescita del benessere non va a beneficio di tutti. È dunque necessaria una garanzia sociale che permetta all’intera collettività di sfruttare in modo ottimale le opportunità offerte dalla globalizzazione. Il compito di rafforzare la dimensione sociale sul piano internazionale spetta allo stato maggiore Affari internazionali del lavoro.

Rappresentiamo la Svizzera presso l’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), l’unica istituzione tripartita delle Nazioni Unite. L’OIL promuove la giustizia sociale e vigila affinché vengano rispettati i diritti dell’uomo nel mondo del lavoro. Tra le principali attività vi sono la promozione dei diritti del lavoro, il sostegno alla creazione di posti di lavoro dignitosi, lo sviluppo della protezione sociale e la promozione del dialogo sociale nella ricerca di soluzioni ai problemi nel mondo del lavoro. Redigiamo i rapporti sull’applicazione giuridica e pratica degli accordi con l’OIL ratificati dalla Svizzera e organizziamo i lavori della Commissione tripartita della Confederazione per le questioni inerenti all’ILO.

Nell’ottica di una politica estera coerente ci impegniamo per il rispetto delle norme fondamentali del lavoro, da un lato nei confronti delle altre organizzazioni internazionali (ad esempio l’ONU, le istituzioni di Bretton Woods, l’OMC) e dall’altro tramite l’introduzione delle nuove disposizioni modello elaborate dall’AELS sul «Commercio e sviluppo sostenibile» nel quadro degli accordi commerciali regionali e bilaterali su programmi di cooperazione economica allo sviluppo a livello mondiale a favore di un lavoro dignitoso. Questi programmi contribuiranno a far rispettare i diritti dei lavoratori, alla promozione di imprese sostenibili, alla crescita dell’occupazione e alla riduzione della povertà, gettando gradualmente delle basi solide per la protezione sociale.

Vigiliamo affinché i criteri per condizioni di produzione socialmente sostenibili vengano rispettati; in questo modo i carburanti prodotti da materie prime rinnovabili saranno esentati dall’imposta sugli oli minerali.

In ultimo redigiamo i rapporti relativi all’attuazione del Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali (Patto I dell’ONU).

Ultima modifica 04.02.2016

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/Staatssekretariat_fuer_Wirtschaft_SECO/direktion-fuer-arbeit/Internationale_Arbeitsfragen.html