Situazione economica in Svizzera e misure di stabilizzazione

Berna, 29.05.2009 - Durante la seduta del 29 maggio 2009 il Consiglio federale ha discusso dell’attuale situazione economica e delle misure congiunturali di stabilizzazione prese finora, approvando poi il rapporto "La situazione economica svizzera e le misure di stabilizzazione", in risposta al postulato della Commissione dell’economia e dei tributi. A metà giugno esso deciderà su modalità e portata di eventuali altre misure di stabilizzazione.

L'economia svizzera è colpita in misura crescente dal forte indebolimento dell'economia mondiale. Secondo le previsioni più recenti di diversi istituti specializzati, la congiuntura dovrebbe riprendersi lentamente soltanto nel 2010. Il Consiglio federale si aspetta inoltre nei prossimi mesi un sensibile peggioramento della situazione sul mercato del lavoro e un susseguente calo dei redditi delle economie domestiche.

Le contromisure decise dalla Banca nazionale svizzera e dal Consiglio federale - nella misura in cui è possibile discernere gli effetti - possono considerarsi efficaci. Le uscite determinate dalla congiuntura erano state ideate in modo da permettere l'attuazione in tempi rapidi di determinati progetti. Di conseguenza è stato messo a punto un insieme di misure nei settori infrastrutturale ed energetico.

Se altre misure dovessero risultare necessarie si dovrà però mettere maggiormente l'accento sull'attenuazione delle conseguenze della recessione e sulle agevolazioni per un ritorno alla crescita.

Pertanto s'impongono i tre indirizzi seguenti:

  1. misure intese a evitare o a contenere decisioni che incrementano la recessione;
  2. misure intese a evitare una disoccupazione supplementare;
  3. proseguimento della politica di crescita e misure atte a promuovere la piazza economica.

A metà giugno il Consiglio federale si pronuncerà su modalità e portata di eventuali ulteriori misure in base ai pronostici dei piú importanti istituti svizzeri specializzati.


Indirizzo cui rivolgere domande

Aymo Brunetti, SECO, capo della Direzione della politica economica, tel. 031 322 21 40



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-27197.html