Esposizione ai campi magnetici prodotti da cucine professionali a induzione

Berna, 08.11.2011 - Uno studio realizzato congiuntamente dalla Segreteria di Stato dell’economia SECO e dall’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP ha dimostrato che i cuochi che utilizzano cucine professionali a induzione sono esposti a campi magnetici che superano in parte il valore limite attuale. Dallo studio emerge anche che con misure adeguate l'esposizione può essere ridotta.

Nel settore gastronomico vengono impiegati sempre più spesso i piani cottura a induzione, che permettono di cucinare grazie all’azione dei campi magnetici. Per loro stessa natura i campi magnetici escono dal perimetro del piano cottura e si estendono alla persona che lavora al fornello generando correnti elettriche nel suo corpo. Nell’ambito dello studio sono stati esaminati i piani cottura professionali a induzione al fine di verificare se le correnti che attraversano il corpo rimangono entro il limite consentito sul luogo di lavoro. I risultati mostrano che, per alcuni piani cottura, i valori limite vengono superati.

È stata dedicata particolare attenzione alle cuoche incinte: la loro esposizione è stata messa a confronto con i valori limite più severi adottati per il resto della popolazione poiché, oltre alla loro sicurezza, deve essere garantita anche quella del feto. Lo studio ha verificato l’eventuale superamento del valore limite consentito nei confronti di madri e feti di tre, sette e nove mesi constatando un effettivo superamento, in alcuni casi notevole, del valore limite per le madri e i feti di sette e nove mesi.

Nel quadro della protezione della salute nelle industrie gastronomiche, per potersi avvalere senza rischi dei piani cottura professionali a induzione occorre ridurre l’esposizione al campo magnetico. Come primo passo devono essere apportate migliorie tecniche nella produzione dei piani cottura: lo studio ha dimostrato ad esempio che i campi magnetici possono essere ridotti grazie ad un'adeguata schermatura di protezione.

Inoltre, con determinate misure sul piano organizzativo si dovrebbe evitare alle cuoche incinte di lavorare nelle immediate vicinanze di un piano cottura a induzione. Sono invece attuabili solo in modo limitato, per motivi tecnici ed ergonomici, eventuali raccomandazioni al personale di cucina su come utilizzare piani cottura a induzione generando un campo magnetico minore.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-42099.html