Iniziativa sul personale qualificato: il Consiglio federale adotta un nuovo pacchetto di misure

Berna, 06.11.2013 - In occasione della seduta sull’Accordo sulla libera circolazione delle persone, Il 6 novembre 2013 il Consiglio federale ha approvato un pacchetto di misure concernenti l’iniziativa sul personale qualificato. L’iniziativa mira a ridurre la mancanza di personale qualificato sfruttando maggiormente il potenziale di manodopera specializzata svizzera. La Confederazione coordina la sua azione con quella dei Cantoni e dei partner sociali e agisce da catalizzatore.

L'economia svizzera manca di personale specializzato. Il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) ha, quindi, promosso l'iniziativa sul personale qualificato che, in vista del cambiamento demografico in Svizzera e in Europa, mira a un maggiore impiego del potenziale di manodopera specializzata svizzera.

Dopo la tavola rotonda del 21 maggio 2013, il Consiglio federale ha ora adottato un pacchetto di misure relative all'iniziativa mediante il quale la Confederazione ne assume la guida e il coordinamento, fornisce le basi decisionali (ad es. lo sviluppo di un sistema di indicatori per identificare la carenza di professionisti a seconda delle categorie) e sensibilizza il pubblico.

In qualità di datore di lavoro, la Confederazione dà il buon esempio e adotta ulteriori misure da applicare nel proprio settore, per esempio aiutare i lavoratori più anziani nell'esercizio di un'attività lucrativa, conciliare meglio lavoro e famiglia oppure sostenere l'accesso alla formazione e alla formazione continua. La Confederazione sta inoltre rafforzando le misure di promozione nel campo della sanità, della matematica, dell'informatica, della scienza, della tecnica, della formazione professionale superiore e del sostegno alle nuove leve delle scuole universitarie. Queste misure sono descritte dettagliatamente nel rapporto del 21 maggio 2013 «Iniziativa sul personale - Analisi della situazione e rapporto sulle misure». Per l'intero pacchetto di misure è prevista una durata di quattro anni, in modo da attuare e sviluppare ogni singolo provvedimento. In merito verranno inoltre redatti due rapporti di monitoraggio.

I Cantoni e i partner sociali adotteranno misure supplementari nei rispettivi ambiti di competenza. Per garantire la coordinazione, i partecipanti alla tavola rotonda hanno già formato dei gruppi di accompagnamento.

Con l'attuazione del pacchetto di misure la carenza di personale qualificato potrà certamente essere attenuata, ma non eliminata. L'immigrazione continua a essere importante, poiché soddisfa il bisogno di personale specializzato nei settori in cui la manodopera qualificata svizzera è carente.


Indirizzo cui rivolgere domande

Dòra Makausz, SECO, Pilotaggio e principi fondamentali
tel. 031 324 06 96


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 21.01.2022

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-50862.html