Primacall AG: la SECO interviene con successo

Berna, 29.09.2014 - Nell’ambito di una transazione giudiziaria la società Primacall AG si è impegnata nei confronti della Segreteria di Stato dell’economia (SECO) a rispettare l’asterisco nell’elenco telefonico e, nell’acquisire nuovi clienti, a dichiarare inequivocabilmente di agire per conto proprio.

Applicando il cosiddetto metodo di preselezione, la società Primacall AG offre servizi nel campo della telefonia fissa: i suoi clienti continuano a pagare 25,35 franchi per l’allacciamento a Swisscom SA, mentre la Primacall AG, in più, emette una fattura per le singole comunicazioni telefoniche.
Numerosi consumatori si sono lamentati presso la SECO per aver ricevuto telefonate pubblicitarie da parte della Primacall AG benché nell’elenco telefonico il loro nome sia seguito da un asterisco ad indicazione del fatto che non desiderano ricevere chiamate di questo tipo. La società li aveva contattati nell’intento di acquisire ulteriori clienti nel campo della telefonia fissa. Molti consumatori hanno inoltre denunciato che la Primacall AG creerebbe confusione tra i propri servizi e quelli di Swisscom.

La SECO aveva già inviato un ammonimento alla Primacall AG nel novembre del 2012, ma senza ottenere alcun risultato. Il 19 dicembre 2013 ha dunque intentato un’azione civile contro la Primacall AG dinanzi al tribunale commerciale del Cantone di Zurigo. Nel corso della procedura la SECO e la Primacall AG hanno stipulato una transazione giudiziaria con il concorso del suddetto tribunale.

In essa, la Primacall AG si impegna a rispettare la volontà dei potenziali clienti, espressa a voce, per iscritto o tramite un asterisco nell’elenco telefonico, di non voler ricevere chiamate pubblicitarie. Sono fatti salvi i casi in cui una persona dà alla Primacall AG il suo esplicito consenso a essere contattata. Nella transazione giudiziaria non viene però specificato cosa si intenda per «esplicito consenso», motivo per cui SECO e Primacall AG potrebbero ritrovarsi nuovamente davanti al medesimo tribunale per un’eventuale controversia risultante dalla diversa interpretazione del termine.

La Primacall AG si è inoltre impegnata a non acquisire nuovi clienti o a commissionare tale compito a terzi senza comunicare più volte alle persone interpellate durante la chiamata pubblicitaria che in caso di accettazione dell’offerta esse mantengono l’allacciamento Swisscom e che da quel momento in poi telefonano, per gli altri servizi, secondo le tariffe della Primacall AG con il metodo di preselezione. La Primacall AG, infine, deve espressamente comunicare alle persone interpellate di agire per conto proprio, indipendentemente da Swisscom.

Il testo della transazione giudiziaria del 28 agosto 2014 tra la SECO e la Primacall AG è stato pubblicato oggi nel Foglio ufficiale svizzero di commercio, dove può essere consultato.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-54637.html