Migliori condizioni quadro per il settore alberghiero

Berna, 18.02.2015 - Il 18 febbraio 2015 il Consiglio federale ha approvato la revisione dell’ordinanza sulla promozione del settore alberghiero, accogliendo contemporaneamente anche il nuovo statuto e il nuovo regolamento interno della Società svizzera di credito alberghiero (SCA). Questa revisione delle disposizioni esecutive della SCA contribuisce in modo sostanziale a ottimizzare la promozione dell’economia alberghiera da parte della Confederazione e crea le premesse affinché la SCA possa promuovere meglio lo sviluppo e la competitività del settore in questione. Questo fatto è tanto più importante alla luce del recente sgancio del franco dall’euro.

Nel suo rapporto sul turismo del 26 giugno 2013 il Consiglio federale ha tra l'altro deciso di ottimizzare la promozione del settore alberghiero da parte della Confederazione. La priorità è stata data alla revisione delle disposizioni esecutive della SCA, società cui spetta l'attuazione di tale mandato. Il 18 febbraio 2015 il Consiglio federale ha approvato la revisione dell'ordinanza sulla promozione del settore alberghiero (di seguito «ordinanza»), accogliendo nel contempo anche il nuovo statuto e il nuovo regolamento interno della SCA.

Con la revisione dell'ordinanza, l'attività di promozione della SCA è stata ampliata, precisata e resa più flessibile. Da una parte, il concetto di «alloggio» è stato modernizzato e adeguato alla terminologia della legge d'attuazione dell'iniziativa sulle abitazioni secondarie. In futuro la SCA potrà pertanto sostenere alberghi e «aziende alberghiere strutturate» - tra cui le forme miste o ibride situate a metà strada tra l'industria alberghiera classica e quella paralberghiera - nonché terreni, costruzioni, installazioni e impianti ad esse appartenenti. La società sarà quindi in grado di rispondere meglio ai continui sviluppi cui i modelli d'alloggio sono soggetti. D'altra parte il perimetro di promozione della SCA è stato adeguato in corrispondenza delle zone d'impatto territoriale della Nuova politica regionale (NPR), il che consente di tener meglio conto delle mutate realtà turistiche nei singoli Cantoni.

È anche stato aumentato il limite di credito per singolo progetto d'investimento: in futuro la SCA potrà concedere mutui fino a 6 milioni di franchi o fino a un importo pari al 40 per cento del valore reddituale e, in casi eccezionali, anche oltre. In questo modo la società potrà sostenere maggiormente in particolare le aziende esemplari, contribuendo nel contempo a colmare efficacemente la lacuna di finanziamento che grava sul settore alberghiero.

Tra il 25 giugno e il 16 ottobre 2014 il Consiglio federale ha svolto una procedura di consultazione in merito al progetto di revisione, su cui si sono pronunciati 51 partecipanti. La revisione delle disposizioni esecutive della SCA raccoglie ampi consensi e viene approvata da una larga maggioranza.


Indirizzo cui rivolgere domande

Eric Jakob, capo Direzione per la promozione della piazza economica SECO,
tel.: 058 462 21 40, eric.jakob@seco.admin.ch

Richard Kämpf, capo Politica del turismo, SECO
Tel: 058 462 27 52, richard.kaempf@seco.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-56265.html