Provvedimenti nei confronti della Bielorussia

Berna, 28.06.2006 - Il 28 giugno 2006 il Consiglio federale ha emanato un’ordinanza nella quale stabilisce l’istituzione di provvedimenti nei confronti della Bielorussia. L'ordinanza in questione entrerà in vigore il 29 giugno 2006. I provvedimenti sono stati disposti in seguito alla violazione dei principi dello Stato di diritto avvenuta durante le elezioni presidenziali del 19 marzo 2006.

L’ordinanza concernente i provvedimenti nei confronti della Bielorussia dispone il blocco degli averi e delle risorse economiche di 36 appartenenti al governo della Russia bianca e delle istituzioni politiche bielorusse. Nei confronti di 37 persone vige il divieto di entrata e di transito in Svizzera.


In tal modo il Consiglio federale si conforma ai provvedimenti decisi dall'Unione europea il 18 maggio 2006.


Con i provvedimenti adottati il Consiglio federale conferma la posizione avuta finora. Quale reazione all’aumento delle violazioni dei principi dello Stato di diritto, la Svizzera aveva già stabilito, alla fine del 1996, il blocco degli aiuti finanziari alla Bielorussia. Dopo le elezioni presidenziali del mese di marzo il DFAE ha esortato le autorità bielorusse all’osservanza degli obblighi internazionali in materia di rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Al mese di aprile la Svizzera ha introdotto restrizioni nel rilascio dei visti.


La Svizzera continuerà a seguire l'evoluzione degli avvenimenti in Bielorussia e a orientare le proprie sanzioni a seconda della situazione effettiva in questo Paese.
Le persone e le istituzioni che detengono o amministrano averi, oppure sono a conoscenza di risorse economiche, presumibilmente rientranti nel campo d’applicazione del blocco, devono dichiarare tali averi o risorse senza indugio alla  Segreteria di Stato dell’economia (SECO).


Il testo dell'ordinanza può essere consultato sul sito Internet della SECO (www.seco.admin.ch > Politica economica esterna > Sanzioni / Embarghi > Sanzioni della Svizzera).


Indirizzo cui rivolgere domande

Per informazioni riguardo ai provvedimenti:
Roland E. Vock,
Capo del settore Sanzioni,
SECO,
tel. 031 324 07 61

Per informazioni riguardo a questioni politiche:
Alexander Hoffet,
Capo della sezione Europa orientale e Asia centrale,
DFAE.
tel. 031 324 99 70


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-5885.html