Firma dell’accordo di libero scambio AELS-SACU

(Ultima modifica 03.07.2006)

Berna, 01.07.2006 - Il consigliere federale Joseph Deiss, il ministro del commercio e dell’industria del Sudafrica Mandasi Bongani Mabuto Mpahlwa e il Segretario permanente per le questioni estere e commerciali dello Swaziland Clifford Sibusiso Mamba hanno firmato a Ginevra, il 1° luglio 2006, l’accordo di libero scambio AELS-SACU. L’accordo agricolo bilaterale tra la Svizzera e i Paesi della SACU è stato firmato con il ministro dell’agricoltura e degli affari territoriali del Sudafrica signora Lulu Xingwana e con il Segretario permanente dello Swaziland.

L'accordo di libero scambio con i Paesi dell’Unione doganale dell'Africa australe (SACU: Botswana, Lesotho, Namibia, Sudafrica e Swaziland) liberalizza il commercio dei prodotti industriali (compresi i prodotti agricoli trasformati, i pesci e altri prodotti del mare). Esso contiene altresì clausole evolutive per quanto riguarda le diritti di proprietà intellettuale, il commercio dei servizi, gli investimenti e gli acquisti pubblici. Le concessioni nel settore dei prodotti agricoli di base sono disciplinate da accordi bilaterali conclusi individualmente da ogni Stato dell’AELS con i Paesi della SACU. L’entrata in vigore degli accordi è prevista per inizio 2007, una volta concluse le procedure di firma e di ratifica di tutte le Parti.


Obiettivo dell’accordo di libero scambio AELS-SACU è consolidare le relazioni economiche e commerciali con i Paesi della SACU e, in particolare, eliminare le discriminazioni attuali sul mercato sudafricano derivanti dall’accordo di associazione tra il Sudafrica e l'UE, in vigore dal mese di gennaio 2000. In cambio, le esportazioni dei Paesi della SACU beneficeranno di una garanzia contrattuale per un trattamento preferenziale sui mercati degli Stati dell’AELS.


L’accordo di libero scambio con i Paesi della SACU estende la rete di accordi di libero scambio conclusi dagli Stati dell’AELS con Paesi terzi dall’inizio degli anni ‘90. L’economia svizzera dipende fortemente dalle esportazioni verso sbocchi diversificati, per cui la conclusione di accordi di libero scambio costituisce - oltre alla partecipazione all’OMC e alle relazioni contrattuali con l’Unione europea – uno dei tre principali pilastri della politica svizzera di apertura dei mercati e di miglioramento delle condizioni quadro degli scambi internazionali.

Per ulteriori informazioni sulle relazioni economiche bilaterali tra la Svizzera e i Paesi della SACU:http://www.seco.admin.ch/themen/aussenwirtschaft/laender/africa/index.html?lang=it


Indirizzo cui rivolgere domande

Evelyn Kobelt,
Servizio stampa DFE,
tel. 031 322 20 59,
cellulare 079 301 71 72

Christian Etter,
ministro,
capo del settore AELS,
SECO / Ufficio dell'integrazione,
tel. 031 324 08 62


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-5952.html