Il presidente della Confederazione incontra i rappresentanti del turismo

Berna, 26.09.2016 - Il turismo è un settore in costante mutamento che deve far fronte a innumerevoli trasformazioni. In risposta al desiderio espresso da esponenti del ramo, il 26 settembre il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha convocato un tavolo tecnico con esponenti del turismo e rappresentanti cantonali. La Confederazione offre già un sostegno considerevole al settore; lo scorso anno è stato varato un programma d’impulso per 210 milioni di franchi supplementari. Il colloquio, pertanto, non si è incentrato su ulteriori misure di sostegno, bensì sull’attuazione della politica del turismo, sul miglioramento delle condizioni quadro generali e sul rafforzamento dell’innovazione nel turismo.

Da più di trent’anni il turismo sta vivendo innumerevoli trasformazioni, specialmente nelle regioni di montagna: dal profondo cambiamento della domanda, alla digitalizzazione. Questo mutamento strutturale, però, racchiude anche grandi opportunità, alcune delle quali vengono valorizzate già oggi, per esempio nelle città e nelle destinazioni internazionali. Anche nel turismo, la chiave del successo è l’innovazione, magari sotto forma di nuove proposte sempre più aderenti al mercato.

Un programma d’impulso supplementare per più di 210 milioni di franchi
La Confederazione si impegna da molti anni a favore del settore turistico, un sostegno ora corroborato da un programma d’impulso supplementare per più di 210 milioni di franchi, in aggiunta ai circa 460 milioni stanziati con il messaggio concernente la promozione della piazza economica 2016-2019. Inoltre, il prestito supplementare di 100 milioni di franchi concesso alla Società svizzera di credito alberghiero (SCA) è stato prorogato fino alla fine del 2019.

I Cantoni stanno già lavorando all’attuazione con programmi e provvedimenti concreti. La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha inoltre identificato più di una ventina di progetti di attuazione, intesi tra l’altro a proseguire e rafforzare nei prossimi anni la collaborazione con altri uffici federali come ARE, UFAM e UFSPO. Ad esempio, entro la fine di quest’anno saranno identificate le misure di sgravio amministrativo per le procedure di pianificazione e autorizzazione di progetti turistici infrastrutturali.

Digitalizzazione e sgravio amministrativo
Anche la digitalizzazione sta cambiando il volto del turismo e, difatti, il tema è stato predominante durante il colloquio. Proprio le opportunità che offre questa svolta tecnologica sono al centro delle riflessioni che la SECO sta portando avanti con gli operatori del ramo nell’ambito della strategia «Svizzera digitale» del Consiglio federale.

Il tavolo tecnico è stato inoltre l’occasione per discutere delle modalità per rafforzare ancor più le condizioni quadro economiche generali. In un contesto di intensa competizione con la concorrenza estera, ciò porterebbe vantaggi anche per il turismo, per il settore alberghiero e per la ristorazione. In tal senso, lo sgravio amministrativo è un tema di primaria importanza.

Stretta collaborazione e contatti permanenti
Il tavolo tecnico ha riunito i vertici della Federazione svizzera del turismo (FST), di Hotelleriesuisse, Gastrosuisse, Funive Svizzere, Comunità d’interessi del settore paralberghiero svizzero, Jungfraubahnen, Conferenza regionale dei direttori del turismo e rappresentanti delle autorità dei Cantoni dei Grigioni, del Ticino e del Vallese.

Tutti i partecipanti hanno riconosciuto l’utilità dello scambio di opinioni. La SECO proseguirà gli scambi con gli esponenti del turismo e i rappresentanti cantonali secondo formati esistenti e ormai collaudati, nell’ambito dei quali verrà ulteriormente rafforzato anche il coordinamento tra tutti gli attori.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio Informazione DEFR
058 462 20 07, info@gs-wbf.admin.ch


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-63908.html