Soltanto lieve l’influsso della promozione della piazza economica sull’immigrazione

Berna, 01.11.2017 - Il 1° novembre 2017 il Consiglio federale ha preso atto dello studio aggiornato dal titolo «Promozione della piazza economica e immigrazione», da cui emerge che l’influsso della promozione della piazza economica sull’immigrazione è marginale, tenuto conto degli strumenti indagati e del periodo in esame. Rispetto al periodo 2008-2012 è addirittura calato.

Lo studio basato su un rilevamento del 2013 e svolto da Ecoplan su incarico della SECO ha analizzato quanto incidono sull’immigrazione le misure federali di promozione della piazza economica.

Nel periodo 2013-2016 la Confederazione ha sostenuto in media oltre 400 aziende all’anno attraverso i tre strumenti più pertinenti per l’immigrazione, vale a dire: promozione della piazza economica, promozione del settore alberghiero e agevolazioni fiscali nell’ambito della politica regionale. Queste aziende hanno creato circa 2000 posti di lavoro all’anno. L’influsso di queste misure sull’immigrazione, compresi i ricongiungimenti familiari, si attesta a circa 1730-2240 persone all’anno, il che corrisponde al 2,1-2,8 per cento dell’immigrazione netta. Le attività di promozione hanno quindi inciso sull’immigrazione in modo lievemente più esiguo rispetto agli anni 2008-2012, quando le persone venute in Svizzera erano più di 3200. Questo calo è dovuto principalmente al fatto che attraverso la promozione della piazza economica e le agevolazioni fiscali sono state sostenute molto meno aziende, le quali – a loro volta – hanno creato nel complesso meno posti di lavoro rispetto al periodo precedente. Anche i ricongiungimenti familiari, inoltre, sono risultati leggermente inferiori. È inoltre importante sottolineare che, tenuto conto del periodo di osservazione a breve termine, non sono possibili previsioni per i prossimi anni.

Dato che la promozione della piazza economica della Confederazione è incentrata in primo luogo sulle regioni, circa l’80 per cento dell’effetto sull’immigrazione stimato interessa proprio queste regioni, dove le ripercussioni problematiche dell’immigrazione non hanno la stessa rilevanza come nei centri urbani.

L’immigrazione viene influenzata prima di tutto dal quadro normativo e dalla situazione economica in Svizzera e all’estero. Le misure di promozione della piazza economica adottate dalla Confederazione svolgono un ruolo piuttosto marginale.

Come già costatato dalla SECO nel suo rapporto dell’Osservatorio sulla libera circolazione delle persone, la disponibilità di forza lavoro straniera svolge un ruolo importante anche nella realizzazione di nuove attività imprenditoriali, le quali contribuiscono anche alla creazione di posti di lavoro attrattivi per la popolazione locale.

Le misure di promozione della Confederazione mirano a sviluppare la piazza economica, a preservare l’imprenditoria esistente, a promuovere lo sfruttamento delle opportunità commerciali e a rafforzare l’attrattiva della piazza economica. Si tratta di uno dei tanti elementi costitutivi della politica economica che, tra i suoi diversi compiti, punta anche a rafforzare la competitività delle regioni del Paese.


Indirizzo cui rivolgere domande

Martin Godel, capo supplente Direzione promozione della piazza economica,
capo Politica a favore delle PMI, Segreteria di Stato dell‘economia SECO,
tel. +41 58 462 29 61, martin.godel@seco.admin.ch

Per domande sul metodo adottato:
Claudia Peter, responsabile di progetto,
Ecoplan AG,
tel. +41 31 356 61 61



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-68638.html