Coronavirus: maggiore sicurezza per l’istituto collettore LPP

Berna, 01.07.2020 - L’istituto collettore LPP è una fondazione gestita dalle parti sociali cui è conferito un mandato legale nell’ambito della previdenza professionale. Uno dei suoi compiti è quello di gestire gli averi di libero passaggio delle persone il cui rapporto di lavoro è cessato e che non possono affiliarsi a una nuova cassa pensioni. La pandemia di COVID-19 pone gravi problemi all’istituto collettore. Nella sua seduta del 1° luglio 2020 il Consiglio federale ha adottato un messaggio concernente una modifica di legge che in caso di necessità consentirebbe alla Confederazione di aprire rapidamente un conto senza interessi per l’istituto collettore.

A causa degli sconvolgimenti causati dalla pandemia sui mercati finanziari, l’istituto collettore si trova in una situazione difficile. Deve infatti garantire il valore nominale dei fondi di libero passaggio che gestisce (averi del secondo pilastro trasferiti dagli assicurati che lasciano un istituto di previdenza), nonostante i tassi d’interesse negativi applicati dalla Banca nazionale svizzera. Il grado di copertura dell’istituto collettore è già sceso dal 108,7 per cento alla fine del 2019 al 105,85 per cento alla fine di maggio del 2020 e le sue difficoltà potrebbero aggravarsi, poiché è tenuto ad accettare tutti gli averi di libero passaggio che gli vengono versati e potrebbe dunque trovarsi confrontato a un considerevole afflusso di fondi a causa dell’aumento della disoccupazione. La conseguenza sarebbe una diminuzione del suo grado di copertura. La difficile congiuntura economica potrebbe inoltre accrescere ulteriormente l’incertezza sui mercati finanziari.

Vista l'attuale situazione, le commissioni della sicurezza sociale e della sanità di entrambe le Camere del Parlamento hanno raccomandato al Consiglio federale di intervenire rapidamente per consentire all’istituto collettore LPP di aprire un conto non gravato da interessi negativi presso la tesoreria centrale della Confederazione (Tesoreria federale) o presso la Banca nazionale svizzera. Con il suo messaggio, il Consiglio federale sottopone al Parlamento la necessaria base legale, che sarà introdotta nella legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia i superstiti e l’invalidità. Grazie alle nuove disposizioni, se il suo grado di copertura scenderà al di sotto della soglia del 105 per cento, l’istituto collettore avrà il diritto di investire senza interessi presso la Tesoreria federale i fondi che gestisce nel settore del libero passaggio. Questa regolamentazione resterà in vigore per un periodo di tre anni, durante il quale si dovrà trovare una soluzione duratura. La modifica di legge sarà trattata rapidamente, affinché il Parlamento possa deliberare in materia già in autunno.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Settore Comunicazione
Effingerstrasse 20
CH-3003 Berna

tel. +41 58 462 77 11
kommunikation@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 14.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-79667.html