L’Accordo di libero scambio aggiornato AELS-Turchia entrerà in vigore il 1° ottobre 2021

Berna, 25.08.2021 - Entrerà in vigore il 1° ottobre 2021 l’Accordo di libero scambio (ALS) aggiornato tra gli Stati dell’Associazione europea di libero scambio (AELS) e la Turchia. In tale prospettiva, il 25 agosto 2021 il Consiglio federale ha deciso la modifica di ordinanza necessaria per attuare le concessioni tariffarie previste dall’Accordo. Questo moderno accordo è inteso a completare gli scambi commerciali tra gli Stati dell’AELS e la Turchia e sostituisce l’ALS esistente, in vigore dal 1992.

L’ALS aggiornato concluso tra gli Stati membri dell’AELS (Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera) e la Turchia permette alla Svizzera di completare le sue relazioni economiche e commerciali con questo partner. Migliora considerevolmente l’accesso al mercato e la certezza del diritto per gli esportatori svizzeri ed è ampiamente in linea con gli accordi recentemente conclusi dagli Stati dell’AELS con Paesi terzi. Inoltre, permette di evitare la discriminazione degli operatori economici svizzeri sul mercato turco che potrebbe risultare in particolare a seguito dell’unione doganale tra l’Unione europea (UE) e la Turchia.

Accordo di ampia portata

L’ALS aggiornato concluso tra gli Stati dell’AELS e la Turchia copre un vasto campo di applicazione settoriale. Le sue disposizioni concernono il commercio di beni industriali – compresi il pesce e altri prodotti del mare – e di prodotti agricoli trasformati, le regole d’origine, l’agevolazione degli scambi, gli ostacoli tecnici al commercio, le misure sanitarie e fitosanitarie, la protezione della proprietà intellettuale, gli scambi di servizi, la concorrenza, gli appalti pubblici nonché il commercio e lo sviluppo sostenibile.

Le disposizioni del capitolo sullo sviluppo sostenibile definiscono un quadro di riferimento comune che le parti si impegnano a rispettare nelle loro relazioni economiche preferenziali, in modo da allineare gli obiettivi economici perseguiti dall’Accordo aggiornato con gli obiettivi in materia di protezione dell’ambiente e di diritti dei lavoratori. Sono previsti meccanismi istituzionali per sorvegliare la corretta applicazione di queste disposizioni.

Abbassare i dazi doganali negli scambi commerciali bilaterali

Con un volume commerciale complessivo di circa 3,1 miliardi di franchi nel 2020 (esclusi i metalli preziosi, le pietre preziose, le opere d’arte e gli oggetti d’antiquariato), la Turchia si colloca al 22° posto tra i partner commerciali della Svizzera, rappresentando per le aziende elvetiche un mercato paragonabile a quello della Corea del Sud o all’Arabia Saudita.

Il commercio di beni industriali (compresi i prodotti della pesca) è già esente da dazi in virtù dell’ALS esistente. L’aggiornamento dell’Accordo non modifica tali concessioni. Consente però di integrare una serie di concessioni agricole che la Turchia riserva ad altri importanti partner commerciali come l’UE. La Turchia aggiorna le sue concessioni sui prodotti agricoli trasformati e accorda per la prima volta alla Svizzera concessioni sui prodotti agricoli non trasformati attraverso la revisione dell’Accordo agricolo bilaterale, avvenuta parallelamente alla modernizzazione dell’ALS. La Turchia sottoscrive nuove concessioni, tra l’altro per i prodotti a base di latte fra cui il formaggio, le preparazioni di carne, i succhi di frutta, il caffè, il tabacco, il cioccolato, i biscotti, il müesli e alcune preparazioni alimentari per lattanti. In cambio, la Svizzera concede un accesso preferenziale esteso a certi prodotti agricoli turchi come cetrioli e cetriolini, olio d’oliva, bulgur di grano, noci, capperi e carciofi conservati e succhi di frutta.

L’ALS aggiornato e l’Accordo agricolo bilaterale con la Turchia sono stati firmati il 25 giugno 2018 e poi approvati dalle Camere federali nel giugno 2019.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DEFR
058 462 20 07
info@gs-wbf.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Amministrazione federale delle dogane
http://www.ezv.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-84829.html