Il Consiglio federale pone in consultazione una legge sulla verifica degli investimenti

Berna, 18.05.2022 - Nella seduta del 18 maggio 2022 il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione relativa a una legge sulla verifica degli investimenti. L’elaborazione di una base legale su questo oggetto era stata chiesta dal Parlamento con l’adozione della mozione 18.3021 depositata da Beat Rieder. Il Consiglio federale è tuttora contrario all’introduzione di una verifica degli investimenti, perché a suo giudizio il rapporto costi-benefici è svantaggioso e la normativa vigente è già sufficiente.

La legge sulla verifica degli investimenti è volta a prevenire pericoli o minacce per l'ordine e la sicurezza pubblici causati dall'acquisizione di imprese svizzere da parte di investitori esteri.

I possibili pericoli vengono individuati soprattutto nelle acquisizioni da parte di investitori esteri che presentano legami con uno Stato. Occorre pertanto assoggettare a un obbligo di approvazione le acquisizioni da parte di investitori estero statali o parastatali in qualsiasi settore di attività. Inoltre, la legge stabilisce quali sono i settori particolarmente critici in cui gli investitori, statali o privati, devono essere soggetti all'obbligo di approvazione. Le piccole imprese, invece, sono di principio escluse da tale obbligo, in quanto la legge definisce una soglia per i casi di scarsa importanza.

Apertura come principale fattore di successo

A livello mondiale, la Svizzera rientra tra i Paesi più ambìti dagli investitori esteri, e al tempo stesso è uno dei Paesi che investe maggiormente all'estero. La politica di apertura nei confronti degli investitori esteri riveste un'importanza cruciale per la piazza economica svizzera. Perciò, l'attrattività della Svizzera come piazza d'investimento dovrà essere di principio salvaguardata anche se si deciderà di introdurre una verifica degli investimenti.

Il sistema di verifica degli investimenti dovrà dunque essere finalizzato, incisivo e poco burocratico. È anche importante che la normativa in materia di verifica degli investimenti sia disciplinata in modo molto trasparente e attendibile, che garantisca la certezza del diritto e che le competenze vi siano definite in modo chiaro. Inoltre, dovrà essere compatibile con gli impegni già assunti dalla Svizzera in virtù del diritto internazionale.

L'attuazione delle verifiche degli investimenti e il coordinamento con le unità amministrative cointeressate spetteranno alla Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Le unità amministrative coinvolte decideranno di comune accordo se occorrerà avviare una procedura di verifica. In caso di disaccordo tra le unità amministrative interessate o di accordo sulla necessità di vietare un'acquisizione, la decisione in merito all'approvazione spetterà al Consiglio federale.

La consultazione si concluderà il 9 settembre 2022.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione SG-DEFR
Tel.: 058 462 20 07, info@gs-wbf.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 21.01.2022

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-88884.html