Varata la nuova strategia svizzera del turismo

Berna, 15.11.2017 - Il 15 novembre 2017 il Consiglio federale ha approvato la nuova strategia del turismo della Confederazione. L’obiettivo è migliorare le condizioni quadro del settore, e più precisamente promuovere l’imprenditoria, sfruttare le opportunità della digitalizzazione nonché rafforzare l’attrattiva dell’offerta e la visibilità sul mercato.

In seguito al rapido mutamento del contesto economico il Consiglio federale ha approvato una nuova strategia, in sostituzione di quella del 2010, che risponde alle principali sfide alle quali il turismo svizzero dovrà far fronte in futuro.

Qui di seguito sono elencate le attività e le misure salienti.

Coordinamento

Il Consiglio federale desidera maggiore coordinamento e cooperazione tra i settori politici coinvolti. È necessario intensificare la collaborazione su temi e progetti nell’ambito di specifici gruppi di lavoro e sviluppare nuove opzioni e approcci risolutivi, ad esempio per preservare e rafforzare il patrimonio paesaggistico e architettonico della piazza turistica elvetica. Altre problematiche da affrontare sono la produttività inferiore alla media e l’aumento della densità normativa. La strategia prevede il trattamento di uno o due temi all’anno.

Imprenditoria

La politica del turismo della Confederazione attribuisce grande rilevanza all’imprenditoria. Gli aspetti prioritari sono l’incremento della produttività delle aziende turistiche e il sostegno al cambiamento strutturale. A livello normativo la strategia intende andare incontro al settore attraverso l’esame di alcune misure di sgravio amministrativo. Per promuovere l’imprenditoria bisogna mettere gli attori in condizioni di agire, ad esempio intensificando la promozione delle start-up e del coaching in collaborazione con Innosuisse. 

Digitalizzazione

Le qualifiche, la motivazione e la forza innovativa dei collaboratori sono elementi centrali per il successo del turismo. Praticamente in tutti gli ambiti sono sempre più richieste competenze digitali e specialisti qualificati nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC). In tale contesto sarà intensificata la collaborazione tra la SEFRI e la SECO. Inoltre, la trasformazione digitale sarà sostenuta con progetti ad hoc basati su vari strumenti di promozione (p. es. Innotour e la nuova politica regionale). Il diverso comportamento e le esigenze sempre più differenziate dei turisti richiedono un marketing preciso e attento alle loro preferenze. In tal senso Svizzera Turismo svilupperà ulteriormente la piattaforma MySwitzerland.

Investimenti

Nell’attuale contesto concorrenziale e considerate in particolare le limitate prospettive di rendimento, gli investimenti nelle infrastrutture turistiche costituiscono una grande sfida. I vari modelli di finanziamento e di promozione degli investimenti (nuovi e futuri) verranno elaborati e analizzati da un apposito gruppo di lavoro. L’obiettivo è tracciare un bilancio sull’attuale promozione degli investimenti nel turismo svizzero e individuare eventuali margini d’intervento.

L’attuazione e l’efficacia della nuova strategia del turismo saranno regolarmente sottoposti a verifica. Un gruppo di accompagnamento seguirà il processo di attuazione. 

Dal 2010 il turismo è drasticamente cambiato. Alcuni fattori come il forte apprezzamento del franco e la digitalizzazione hanno inciso sensibilmente sul settore. Le città hanno fatto registrare uno sviluppo positivo, mentre le zone rurali e montane hanno subito forti contraccolpi. A questo proposito, per il periodo 2016-2019 il Parlamento ha approvato, oltre ai fondi ordinari di 440 milioni di franchi, un programma d’impulso per un ammontare di 210 milioni di franchi. Inoltre, il mutuo supplementare di 100 milioni di franchi alla Società svizzera di credito alberghiero (SCA) è stato prolungato fino alla fine del 2019.


Indirizzo cui rivolgere domande

Richard Kämpf, capo Politica del turismo SECO,
Tel. 058 462 27 52, richard.kaempf@seco.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news/medienmitteilungen-2017.msg-id-68814.html