Sgravio amministrativo: secondo il Forum PMI servono misure supplementari

Berna, 28.01.2016 - Il Forum PMI ha presentato al Consiglio federale il rapporto d’attività 2012-2015. Negli ultimi anni i suoi lavori hanno notevolmente contribuito a ridurre gli oneri amministrativi delle aziende oppure a frenare l’aumento di nuove regolamentazioni. Secondo le PMI, tuttavia, i costi della regolamentazione sono cresciuti: se da un lato numerosi provvedimenti hanno permesso di ridurli, in parallelo è stato adottato un gran numero di nuove regolamentazioni. Secondo il Forum PMI bisognerebbe valutare la creazione di meccanismi supplementari.

Nel periodo 2012-2015 i lavori del Forum PMI sono stati coronati dal successo. In media, le raccomandazioni della commissione sono state ascoltate in misura del 70% circa. Il numero crescente di pareri e i contatti frequenti con i rappresentanti dell'Amministrazione federale hanno contribuito a migliorare la consapevolezza generale negli Uffici federali, ora più attenti alle questioni dei costi della regolamentazione, degli oneri amministrativi e della compatibilità con le esigenze delle piccole e medie imprese (PMI). In tutto, la commissione ha formulato 220 raccomandazioni intese a ridurre gli oneri amministrativi e migliorare le condizioni quadro per le PMI.

Secondo le PMI, tuttavia, negli ultimi anni i costi della regolamentazione sono complessivamente aumentati. Se è vero che numerosi provvedimenti hanno permesso di ridurre gli oneri amministrativi o di frenarne l'aumento, in parallelo è stato adottato un gran numero di nuove regolamentazioni che in parte vanificano gli effetti positivi delle misure di sgravio già introdotte. Il Forum PMI ritiene che vi sarà un'inversione di tendenza soltanto adeguando il processo normativo e il quadro istituzionale. Attualmente le misure adottate fino ad oggi e gli strumenti introdotti non sono in grado di rallentare efficacemente la progressione degli oneri amministrativi e i costi della regolamentazione a livello federale. Il Forum PMI, pertanto, ritiene che bisognerebbe valutare la creazione in Svizzera di nuovi meccanismi, come per esempio l'introduzione di un sistema per frenare la regolamentazione, oppure l'istituzione di un organismo di controllo sulla falsariga di quanto già esiste in diversi Paesi.

Il 25 novembre 2015 il Consiglio federale ha rinnovato otto seggi della commissione. I nuovi membri sono Daniele Biaggi (BE), Bettina Ernst (VD), René Hausammann (ZH), Silvan Hotz (ZG), Fabio Poma (TI), Andreas Ruch (UR), Urs Stoffel-Steiger (ZH) e Marianne Wüthrich Gross (SO). Si tratta di personalità di spicco, imprenditori e specialisti della creazione d'impresa di entrambi i sessi che provengono da settori dell'economia particolarmente toccati dagli oneri amministrativi e dai costi della regolamentazione e che vantano una profonda esperienza pratica. La commissione potrà dunque avvalersi del loro sostegno e delle loro competenze. Il Consiglio federale ha inoltre confermato, quali co-presidenti, il Consigliere nazionale Jean-François Rime e l'Ambasciatore Eric Jakob. Jean-François Rime è un industriale di Bulle, presidente dell'Unione svizzera delle arti e mestieri (usam), l'associazione mantello delle piccole e medie imprese. Eric Jakob è invece Capo della Direzione per la promozione della piazza economica della Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

Il Forum PMI è una commissione d'esperti extraparlamentare istituita nel 1998 i cui membri sono per la maggior parte imprenditori. Durante le procedure di consultazione il Forum PMI esamina i progetti di legge e di ordinanza con impatto sull'economia e formula i suoi pareri riflettendo l'ottica delle piccole e medie imprese. La commissione si occupa inoltre di ambiti specifici della legislazione vigente e propone, se necessario, semplificazioni o regolamentazioni alternative. Poiché le imprese sono coinvolte nell'esecuzione di gran parte delle regolamentazioni, il Consiglio federale ritiene importante adottare tutte le misure possibili per evitare che le PMI debbano sopportare oneri amministrativi inutili, consentendo loro di risparmiare costi e investimenti supplementari o per evitare ostacoli alla gestione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Eric Jakob, co-presidente del Forum PMI
Capo della Direzione per la promozione della piazza economica della Segreteria di Stato dell’economia (SECO)
tel. +41 58 469 60 15

Pascal Muller, segretario del Forum PMI
collaboratore scientifico del settore Politica PMI, Direzione per la promozione della piazza economica della SECO
tel. + 41 58 464 72 32



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 12.09.2019

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
fax +41 58 462 56 00
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
fax +41 58 462 56 00
E-mail

Portavoce

Livia Willi
tel. +41 58 469 69 28
fax +41 58 462 56 00
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-60484.html