Brexit: nuove norme per l’ingresso di animali e prodotti di origine animale dal Regno Unito

Berna, 10.12.2020 - A partire dal 1° gennaio 2021 gli animali e i prodotti di origine animale provenienti dal Regno Unito saranno soggetti in Svizzera alle stesse condizioni d’importazione applicabili ai Paesi al di fuori dell’Unione europea. Queste nuove norme hanno conseguenze per i viaggiatori che intendono importare in Svizzera animali o prodotti di origine animale dal Regno Unito.

Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito non sarà più membro dell’Unione europea. A partire da tale data le nazioni costituenti il Regno Unito, vale a dire Inghilterra, Scozia e Galles, saranno considerate Paesi terzi in termini di legislazione veterinaria e alimentare.

Ciò ha conseguenze per le persone che entrano in Svizzera o vi rientrano dopo un viaggio nel Regno Unito. A partire dal mese di gennaio, si applicheranno nuove norme che consentiranno l’importazione di animali e merci solo a determinate condizioni.

Ingresso diretto con cani ora soltanto per via aerea

L’ingresso e il rientro con cani, gatti e furetti è ora possibile solo attraverso gli aeroporti di Ginevra, Zurigo e Basilea. Gli uccelli possono invece essere importati soltanto attraverso gli aeroporti di Ginevra e Zurigo.

Vi sono anche nuove regolamentazioni in materia di rabbia: secondo le attuali conoscenze, il Regno Unito è classificato come Paese a basso rischio. Dal 1° gennaio 2021, per gli animali si applicheranno in materia le stesse disposizioni di ingresso previste, ad esempio, per gli Stati Uniti.

L’importazione di carne non più consentita

Un importante cambiamento riguarda i viaggiatori che portano con sé derrate alimentari: in futuro non sarà più consentita l’importazione di carne nonché di prodotti contenenti una parte di carne o di latte (formaggio ecc.). L’importazione di un massimo di 20 kg di pesce, 2 kg di miele e 125 g di caviale per persona è ancora possibile. Sul sito Internet dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria e dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD), i viaggiatori possono informarsi su quali derrate alimentari sono consentite in quali quantità e quali dazi devono essere pagati all’importazione. 

Con l’app «QuickZoll» dell’AFD, i viaggiatori possono verificare in anticipo le condizioni
d’importazione in vigore per l’ingresso in Svizzera.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV
Servizio stampa
Tel. 058 463 78 98
media@blv.admin.ch

Amministrazione federale delle dogane AFD
Servizio stampa
Tel. 058 462 67 43
medien@ezv.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria
http://www.blv.admin.ch

Amministrazione federale delle dogane
http://www.ezv.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-81538.html