Il Consiglio federale verifica la possibilità di aiuti per i casi di rigore nel 2022

Berna, 17.12.2021 - In via precauzionale, nella sessione invernale il Parlamento ha prolungato la base legale dei programmi cantonali per i casi di rigore. Le imprese colpite gravemente dai provvedimenti COVID adottati dalle autorità devono essere sostenute finanziariamente anche nel 2022. Il Consiglio federale ha tenuto una prima discussione al riguardo, incaricando quindi il Dipartimento federale delle finanze (DFF) di elaborare un’ordinanza sui casi di rigore per il 2022. L’ordinanza deve anche contemplare una proposta per l’attuazione del sostegno deciso recentemente dal Parlamento a favore dei baracconisti. Grazie a una disposizione transitoria i Cantoni dispongono del tempo sufficiente per concludere correttamente l’attuale programma 2020/21. Il 17 dicembre 2021 il Consiglio federale ha di conseguenza adeguato la vigente ordinanza COVID-19 casi di rigore.

Nella sessione invernale il Parlamento ha prolungato la base legale riguardante la partecipazione della Confederazione ai costi dei provvedimenti cantonali per i casi di rigore (art. 12 legge COVID-19) alle stesse condizioni fino alla fine del 2022. Il Consiglio federale sta verificando la possibilità di sostenere anche nel 2022 mediante aiuti per i casi di rigore le imprese che a causa della pandemia di COVID-19 si trovano in forti difficoltà. Come finora, si rinuncia a un’indennità generale legata al calo della cifra d’affari.

Disposizione transitoria adottata

Quale misura immediata per garantire il passaggio dal vecchio al nuovo sistema, il Consiglio federale ha adeguato la vigente ordinanza COVID-19 casi di rigore. Secondo il diritto in vigore, la Confederazione partecipa ai costi dei provvedimenti cantonali per i casi di rigore soltanto se sono accordati o garantiti dal Cantone entro il 31 dicembre 2021. Grazie all’adeguamento dell’ordinanza le imprese possono presentare le loro richieste fino a fine marzo 2022 e i Cantoni emettere le fatture destinate alla Confederazione entro il 31 agosto 2022. Le richieste relative ai provvedimenti per i casi di rigore basate sull’ordinanza vigente devono però riferirsi al 2020 e/o al 2021.


Indirizzo cui rivolgere domande

Amministrazione federale delle finanze AFF, Comunicazione
Tel. +41 58 465 16 06, kommunikation@efv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 30.11.2022

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-86529.html