Rapporto sull’economia esterna 2022: Svizzera resiliente all’impatto della guerra in Ucraina

Berna, 11.01.2023 - L’11 gennaio 2023 il Consiglio federale ha adottato il rapporto sulla politica economica esterna 2022, incentrato soprattutto sull’impatto che la guerra in Ucraina sta avendo sull’economia mondiale e sulla Svizzera. Dopo la crisi pandemica, le catene di produzione e approvvigionamento dell’economia elvetica hanno nuovamente dato prova di una notevole resilienza.

A causa dell'importante ruolo svolto da Russia e Ucraina in quanto fornitori di prodotti alimentari e fonti energetiche, i cambiamenti dei relativi flussi commerciali sono stati più che evidenti. Per la Svizzera e l'Europa la situazione sul fronte delle forniture di gas ed elettricità è stata particolarmente critica nel corso dell'anno, circostanza che ha fatto lievitare i prezzi. Tuttavia, grazie al reperimento di fonti alternative, agli sforzi di risparmio e alle condizioni meteorologiche favorevoli, il rischio di incorrere in problemi di approvvigionamento è nel frattempo calato, portando a un abbassamento generale della tensione.

In linea con la strategia di politica economica esterna 2021, il Consiglio federale si adopera per creare condizioni quadro per quanto possibile ottimali, capaci di favorire la diversificazione delle catene di produzione e approvvigionamento. Nei negoziati di libero scambio con vari Paesi partner, ad esempio, l'Esecutivo propugna l'apertura dei mercati e la sostenibilità. In questo modo risulta più facile diversificare maggiormente la produzione e le catene di approvvigionamento e aumentare la resilienza della propria economia. Tuttavia, in caso di eventi eccezionali e imprevedibili come una guerra, una pandemia o una catastrofe naturale, la fornitura di beni di prima necessità può subire interruzioni temporanee. Se si verificasse una grave penuria, la Confederazione interverrebbe in modo mirato per il tramite dell'Approvvigionamento economico del Paese.

Il dibattito internazionale sulle dipendenze reciproche è stato ulteriormente alimentato dalla guerra in Ucraina. In questo contesto gli interventi statali svolgono un ruolo particolarmente importante. L'economia svizzera - altamente sviluppata e specializzata, ma con un mercato interno relativamente piccolo - ha un forte interesse a integrarsi il più possibile nell'economia mondiale. L'apertura dei mercati rimane quindi una premessa fondamentale per la nostra prosperità economica e quindi anche per il benessere generale della nostra società.

Il rapporto sulla politica economica esterna 2022 fornisce una panoramica di questi e di altri sviluppi globali avvenuti nell'anno in rassegna.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DEFR
info@gs-wbf.admin.ch,
+41 58 462 20 07



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 19.12.2022

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news/medienmitteilungen-2023.msg-id-92503.html