Politica regionale: accolta con favore la riforma delle agevolazioni fiscali

Berna, 11.12.2015 - Il Consiglio federale ha preso atto nella riunione odierna dei risultati della procedura di consultazione relativa alla revisione totale dell’ordinanza concernente la concessione di agevolazioni fiscali in applicazione della politica regionale. In sede di consultazione, gli orientamenti della riforma sono stati fondamentalmente approvati. Il Consiglio federale ha dunque iniziato a discutere sulle prossime fasi.

Nel mese di ottobre del 2013, basandosi sui risultati e sulle raccomandazioni della valutazione scientifica, il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) di preparare una riforma delle agevolazioni fiscali nell'ambito della politica regionale. Questa doveva principalmente prevedere i seguenti tre orientamenti:

  1. l'introduzione di un importo massimo affinché l'agevolazione fiscale sia sempre in rapporto con i posti di lavoro creati o mantenuti;
  2. l'adeguamento delle zone di applicazione in considerazione della politica d'assetto del territorio;
  3. adeguamenti di ordine tecnico, che integrino le esperienze acquisite.

Questi tre punti sono stati l'oggetto dell'avamprogetto su cui il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione il 1° aprile 2015. La revisione ha posto anche le basi per una maggiore trasparenza delle agevolazioni fiscali concesse. La consultazione si è conclusa l'8 luglio 2015. Alla Segreteria di Stato dell'economia SECO sono pervenuti 47 pareri.

La maggior parte dei partecipanti alla consultazione approva gli orientamenti della riforma. L'adeguamento delle zone di applicazione in considerazione della politica d'assetto del territorio e l'introduzione di un importo massimo per l'agevolazione fiscale concessa dalla Confederazione riscuotono ampio consenso. La formula e le fasce proposte per la fissazione degli importi massimi sono nel complesso confermate.

Sono stati espressi giudizi differenti soprattutto in merito alla determinazione delle zone di applicazione, al numero minimo di posti di lavoro da creare nel caso di progetti di aziende del settore terziario vicine ad attività produttive e al vincolo annuale tra l'agevolazione fiscale concessa dalla Confederazione e l'agevolazione fiscale effettivamente concessa nello stesso anno a livello cantonale e comunale. Sui requisiti formali della decisione cantonale di agevolazione fiscale sono state espresse critiche. La maggioranza dei partecipanti si oppone all'ampliamento, nella forma proposta, dell'informazione sulle agevolazioni fiscali concesse.

Il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della consultazione e ha iniziato a discutere sulle prossime fasi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Martin Godel,
vicecapo Direzione per la promozione della piazza economica,
caposettore Politica a favore delle PMI,
SECO,
tel. 058 46 22961



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-59920.html