Continua a rimanere al di sotto della media il clima di fiducia dei consumatori

Berna, 03.05.2016 - Da alcuni trimestri il clima di fiducia dei consumatori si attesta al di sotto della media storica. L’ultimo rilevamento, effettuato in aprile 2016*, presenta un quadro quasi identico a quelli precedenti. Soltanto le aspettative sull’evoluzione dei prezzi hanno fatto registrare un leggero aumento.

Tra gennaio e aprile 2016 l’indice svizzero del clima di fiducia dei consumatori non è praticamente cambiato, passando da -14 a -15 punti e mantenendosi quindi al di sotto della media di lungo termine (-9 punti). Anche i quattro sottoindici** che concorrono a determinare l’indicatore in questione non hanno subito cambiamenti significativi. Le previsioni sullo sviluppo dell’economia rimangono piuttosto cupe. L’indice corrispondente (-17 punti) continua infatti a situarsi sotto la media pluriennale di -10 punti. Anche l’andamento della disoccupazione viene percepito piuttosto negativamente (+70 rispetto alla media storica di +50 punti). Il sottoindice sulla situazione finanziaria delle economie domestiche, invece, si avvicina alla media. Quanto alla probabilità di poter effettuare dei risparmi nei prossimi 12 mesi, infine, le stime raggiungono un valore addirittura superiore alla media (+ 27 rispetto alla media pluriennale di +21 punti).

L’unico cambiamento significativo emerso dal sondaggio concerne le stime sull’evoluzione dei prezzi passata e futura. Dopo aver subito una flessione a gennaio, queste stime hanno registrato una tendenza al rialzo in aprile. In Aprile il sottoindice sull’evoluzione dei prezzi nei 12 mesi precedenti è salito da -4 (valore di gennaio) a +7 e quello sulla loro evoluzione futura da +16 (gennaio) a +22 punti. Nel raffronto storico, però, entrambi i valori continuano a mantenersi su livelli bassi.

* Su incarico della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), l’istituto di ricerca DemoScope svolge quattro volte all’anno (a gennaio, aprile, luglio e ottobre) un rilevamento su un campione di circa 1200 nuclei domestici scelti a caso. Questi ultimi vengono invitati a valutare la situazione economica in generale, le proprie condizioni finanziarie, l’evoluzione dei prezzi, la sicurezza dei posti di lavoro, ecc.

** Questi sottoindici si riferiscono alla situazione economica generale, alla disoccupazione, alla situazione finanziaria delle economie domestiche interpellate e alle loro possibilità di risparmio nei prossimi 12 mesi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-61571.html