Il prodotto interno lordo nel 1° trimestre 2018

Berna, 31.05.2018 - Nel 1° trimestre 2018 il prodotto interno lordo reale della Svizzera è aumentato dello 0,6 %*. La crescita ha perso un po’ di slancio rispetto al secondo semestre del 2017, ma è stata ampiamente sostenuta dai comparti economici. Per il settore secondario l’incremento è stato moderato, mentre in vari rami dei servizi, come il commercio e i servizi alle imprese, si è registrata un’accelerazione. Il settore dell’intrattenimento è cresciuto in modo marcato grazie alle grandi manifestazioni sportive internazionali. Sul versante della spesa, la crescita è stata sostenuta dai consumi e dagli investimenti nei beni di equipaggiamento. Tutto ciò è stato accompagnato da un incremento sensibile delle importazioni e da un contributo di crescita lievemente negativo del commercio con l’estero.

Nel 1° trimestre del 2018 il PIL svizzero è aumentato dello 0,6 % mantenendo quasi il ritmo del trimestre precedente. Complessivamente rispetto al secondo semestre del 2017 la crescita ha perso un po’ di slancio, ma è stata tuttavia ampiamente sorretta sul fronte della produzione. Dopo alcuni trimestri molto positivi, l’andamento del settore manifatturiero è ora più contenuto (+0,2 %). Il settore edile ha proseguito sulla via del consolidamento (-0,0 %). A sostenere la crescita è stato in particolare il terziario, caratterizzato da un aumento del valore aggiunto in quasi tutti i rami. Dopo il debole trimestre precedente, il commercio è di nuovo in leggera ripresa (+0,8 ). La ripresa prosegue inoltre nel settore finanziario (+1,0 %). Alcuni settori, tra cui trasporti e comunicazione (+1,3 %), sanità (+1,2 %) e servizi alle imprese (+0,5 %) mostrano un’accelerazione rispetto al trimestre precedente. La crescita è pronunciata nel settore dell’intrattenimento (+7,3 %), grazie in particolare alle grandi manifestazioni sportive internazionali che si svolgeranno quest’anno. L’amministrazione pubblica risulta invece in calo (-0,2 %).

Per quanto riguarda il lato della spesa, nel 1° trimestre la crescita è stata trainata dalla domanda finale interna. I consumi privati (+0,4 %) sono aumentati in linea con la media pluriennale. Questo incremento è stato piuttosto esteso: oltre alle spese per salute e generi alimentari sono aumentate ad esempio anche quelle per la mobilità. Dal canto loro, gli investimenti nei beni di equipaggiamento hanno conosciuto un’espansione forte e generalizzata (+3,6 %). I maggiori impulsi sono venuti dagli investimenti negli ambiti ricerca e sviluppo, veicoli e informatica. Viceversa, sono calati gli investimenti nell’edilizia ( 0,4 %) e i consumi dello Stato ( 0,3 %).

Nel 1° trimestre il commercio estero di beni** e servizi ha fornito un contributo leggermente negativo alla crescita del PIL. In linea con l’aumento della domanda finale, le importazioni di beni** hanno continuato a crescere a ritmo superiore alla media (+2,9 %) dopo und precedente trimestre molto positivo. La crescita è stata sostenuta soprattutto da prodotti chimici e farmaceutici, veicoli e macchinari. Nell’ambito delle importazioni di servizi (+0,8 %) a due trimestri negativi è seguita una moderata espansione grazie a un aumento della voce Licenze e brevetti. Quest’ultima ha dato l’apporto più significativo anche all’incremento, in linea con la media pluriennale, delle esportazioni di servizi (+0,9 %). Solida infine la crescita delle esportazioni di beni** (+2,0 %), alla quale hanno contribuito in particolare il commercio di transito e le esportazioni di strumenti di precisione, orologi e gioielli. È inoltre proseguito l’andamento positivo dei macchinari e dei metalli.

Gli effetti delle grandi manifestazioni sportive
Il PIL è la grandezza determinante per valutare la situazione economica di un Paese. In applicazione delle normative vigenti (SEC 2010), il PIL della Svizzera comprende anche il valore aggiunto creato dagli organizzatori di grandi manifestazioni sportive internazionali domiciliati nel nostro Paese. Questi eventi, che si svolgono con regolarità, hanno effetti sulla creazione di valore aggiunto degli organizzatori e quindi sul PIL. Dato che questo aspetto può rendere più difficile l’interpretazione congiunturale, la SECO pubblica ora, oltre ai dati disponibili, anche delle serie temporali relative al fronte della produzione del PIL nelle quali gli effetti delle grandi manifestazioni sportive vengono livellati.*** Le serie temporali possono essere impiegate come strumenti ausiliari per le analisi congiunturali.

Corretta per gli effetti delle manifestazioni sportive, l’economia svizzera è cresciuta dello 0,4 % nel primo trimestre 2018. Anche dopo questa correzione si conferma: la ripresa congiunturale ha perso di slancio, ma coinvolge sempre più i settori orientati al mercato interno.

Nel corso di un incontro con i media che si svolgerà il 31 maggio 2018 alle 9.30 presso la sede della SECO (Holzikofenweg 36, Berna), Eric Scheidegger, capo della Direzione politica economica, illustrerà le nuove serie temporali.

* Salvo indicazione contraria, i tassi di variazione riportati sono calcolati rispetto al trimestre precedente (senza una proiezione su base annua) a partire da serie di valori concatenati, destagionalizzati e corretti per gli effetti di calendario e depurati dalle variazioni di prezzo.

** Esclusi oro non monetario e oggetti di valore.

*** I dati sono disponibili sul sito internet della SECO (www.seco.admin.ch/pil). Sotto «Informazioni complementari - Ausili» si trova inoltre una nota tecnica sul metodo seguito e sui risultati. Ulteriori informazioni sono state fornite nelle edizioni della primavera del 2018 e dell’autunno del 2017 del trimestrale della SECO «Tendances conjoncturelles» (disponibile in francese e in tedesco).


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 14.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-70949.html