Il clima di fiducia dei consumatori rimane leggermente al di sopra della media

Berna, 01.11.2018 - Il clima di fiducia dei consumatori in Svizzera si mantiene a livelli leggermente superiori alla media. Pur dichiarandosi fiduciosi sull’andamento dell’economia e della disoccupazione, i consumatori continuano ad avere aspettative inferiori alla media a proposito del loro budget: una delle ragioni potrebbe essere l’inflazione, da loro percepita più fortemente, che frenerebbe il loro potere d’acquisto.

L’indice relativo al clima di fiducia dei consumatori */** del mese di ottobre 2018 si attesta a  -6 punti, scostandosi di poco da quanto registrato a luglio (-7 punti). Dopo un calo tangibile questa estate, le aspettative rimangono pressoché invariate. L’ultimo sondaggio conferma dunque che i consumatori guardano al futuro con meno ottimismo rispetto al primo semestre del 2018. Il clima di fiducia generale continua tuttavia a rimanere leggermente al di sopra della media pluriennale (-9 punti).

I consumatori restano fiduciosi soprattutto per quanto riguarda il futuro della situazione economica generale e della disoccupazione. Il sottoindice relativo alle aspettative per la situazione economica si attesta a 9 punti superando la sua media pluriennale (-9 punti). Il sottoindice relativo alle previsioni sulla disoccupazione rimane con i suoi 38 punti al di sotto della media (48 punti), preannunciando sviluppi favorevoli per il mercato del lavoro. Stime positive in materia di sicurezza dei posti di lavoro lo confermano.

I consumatori non si aspettano peraltro di poter beneficiare direttamente dell’andamento positivo dell’economica e del mercato del lavoro. Il sottoindice relativo alla stima delle prospettive finanziarie rimane con i suoi -4 punti al di sotto della media (2 punti). Lo stesso vale per le probabilità di risparmio dei consumatori: a luglio, il sottoindice corrispondente è sceso nettamente al di sotto della media di 20 punti e in ottobre (9 punti) si è ripreso in modo trascurabile . Nella scorsa estate, l’inflazione è tornata ad essere percepita più fortemente, incidendo sul potere d’acquisto dei consumatori. In reazione alle aspettative piuttosto contenute sulla loro situazione finanziaria, la propensione dei consumatori ad effettuare acquisti importanti resta inferiore alla media.

*Il sondaggio viene svolto nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre tramite interviste telefoniche e online a consumatori scelti a caso. Da gennaio 2017 se ne occupa l’istituto di ricerche di mercato LINK. A ottobre 2018 hanno partecipato al sondaggio 1256 persone di età superiore ai 16 anni in grado di esprimersi in tedesco, francese o italiano. La percentuale di interviste online è del 24 %, dopo 23 % nel trimestre precedente.

**Il calcolo dell’indice relativo al clima di fiducia dei consumatori si basa su quattro sottoindici: stima delle prospettive economiche, dei futuri sviluppi della disoccupazione, dell’andamento prevedibile della situazione finanziaria delle economie domestiche interpellate e delle loro possibilità di risparmio nei prossimi 12 mesi.
 


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-72732.html