Il Consiglio federale getta le basi delle future relazioni economiche e commerciali con il Regno Unito

Berna, 14.12.2018 - Durante la riunione del 14 dicembre 2018 il Consiglio federale ha approvato il testo di un accordo con il Regno Unito finalizzato a mantenere le attuali relazioni economiche e commerciali dopo l’uscita del Paese dall’Unione europea. La conclusione dell’accordo s’inserisce nella strategia «Mind the Gap» del Consiglio federale.

Il 29 marzo 2019 il Regno Unito uscirà dall’Unione europea (UE). Attualmente le relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito si basano in maniera determinante sugli accordi bilaterali stipulati tra la Svizzera e l’UE, in particolare a livello economico e commerciale. Nel 2017 il mercato britannico occupava il 6° posto nella classifica dei principali Paesi per le esportazioni svizzere (11,4 miliardi di franchi) e l’8° per quanto riguarda le importazioni (6,1 miliardi di franchi).

Nell’ottobre del 2016 il Consiglio federale ha adottato la strategia «Mind the Gap» finalizzata a garantire, nei limiti del possibile, i diritti e i doveri reciproci in tutti i settori in cui gli interessi svizzeri e britannici si intrecciano. Durante la riunione del 14 dicembre 2018 il Consiglio federale ha approvato il testo dell’accordo stipulato con il Regno Unito, che è in grado di gettare le basi delle future relazioni economiche e commerciali, punta a garantire i diritti e i doveri sanciti negli accordi tra la Svizzera e l’UE e prevede lo svolgimento di colloqui esplorativi per una futura intensificazione delle relazioni bilaterali.

Se il periodo di transizione concordato dall’UE e dal Regno Unito entrerà in vigore il 29 marzo 2019 come previsto, gli accordi bilaterali tra la Svizzera e l’UE continueranno ad essere applicabili anche al Regno Unito. All’interno di questo scenario, il testo dell’accordo approvato dal Consiglio federale fungerà da base per disciplinare le relazioni economiche e commerciali tra il nostro Paese e il Regno Unito dopo la fine del periodo di transizione (31 dicembre 2020 o una data successiva concordata da Regno Unito e UE) e fino alla firma di nuovi accordi commerciali tra le Parti.

Tuttavia, non è escluso che il 29 marzo 2019 il Regno Unito esca dall’Unione in maniera «disordinata» (scenario no deal) e che non vi sia nessun periodo di transizione. In questo caso il testo dell’accordo approvato dal Consiglio federale permetterà di riprodurre gran parte degli accordi commerciali che disciplinano le relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito. Fatta salva l’approvazione delle commissioni parlamentari competenti, che saranno consultate all’inizio del prossimo anno, l’accordo potrà essere firmato e dovrebbe essere applicato a partire dal momento in cui il Regno Unito uscirà dall’UE.


Indirizzo cui rivolgere domande

Fabian Maienfisch, sost. capo Comunicazione SECO, tel. +41 58 462 40 20



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Ultima modifica 27.12.2018

Inizio pagina

Contatto

Domande scritte

In caso di domande scritte, inviare un’e-mail a: medien@seco.admin.ch

Capo del settore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
fax +41 58 462 56 00
E-Mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
fax +41 58 462 56 00
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-73415.html