Il prodotto interno lordo nel 4° trimestre 2019: confermato il rallentamento congiunturale

Berna, 03.03.2020 - Nel 4° trimestre 2019 il prodotto interno lordo svizzero (PIL), che nel trimestre precedente era salito dello 0,4%, ha fatto registrare un aumento dello 0,3%.* L'industria orientata all'esportazione ha perso slancio, mentre l'economia interna ha sostenuto la crescita. Gli sviluppi internazionali riecheggiano dunque anche in Svizzera. Complessivamente per il 2019 risulta una crescita annua del PIL dello 0,9 %.

Nel settore dell’industria manifatturiera (−0,0 %) la creazione di valore si è mantenuta stabile a seguito di quattro trimestri in cui aveva fatto segnare aumenti al di sopra della media. Il contesto internazionale sfavorevole continua a gravare sui settori industriali maggiormente esposti alla congiuntura, come quello meccanico e metallurgico, che hanno chiuso di nuovo con il segno meno. Nonostante l’industria chimico-farmaceutica abbia sostenuto la crescita economica, non è comunque riuscita a pareggiare l’evoluzione dinamica che aveva caratterizzato i trimestri precedenti. Se le esportazioni di beni** (−0,5 %) sono calate solo leggermente, le importazioni di beni** hanno invece subìto una notevole battuta d’arresto (−2,7 %).

Sulla scia degli sviluppi internazionali gli investimenti più sensibili alla congiuntura, tra cui quelli in macchinari e apparecchiature elettriche, sono diminuiti; nel complesso le aziende hanno esitato ad investire nelle proprie capacità produttive. Gli investimenti in beni di equipaggiamento hanno fatto segnare un aumento (+2,4 %), dovuto alla volatilità degli investimenti in veicoli aerei. Nell’edilizia, gli investimenti (+0,4 %) e la creazione di valore (+0,9%) sono risultati in crescita. Anche le spese per i consumi delle economie domestiche (+0,4 %) e dello Stato (+0,5 %) hanno subìto un aumento maggiore rispetto al trimestre precedente, favorito tra l’altro da un calo dei prezzi al consumo. La crescita della domanda interna è stata tutto sommato moderata.

La maggior parte dei servizi, tra cui per esempio il commercio, cresciuto sensibilmente (+1,2%) grazie soprattutto alla vendita di automobili, hanno saputo approfittare di questa situazione. Nei servizi alle imprese (+0,2 %), il lieve aumento fa seguito a due trimestri negativi. Hanno inoltre contribuito alla crescita la pubblica amministrazione (+0,5 %) e la sanità (+0,5 %). Per quanto riguarda trasporti e comunicazioni (−0,3 %) e finanze (−0,4 %), il loro andamento continua a essere altalenante come nei trimestri precedenti; il leggero calo di questi due settori è stato determinato anche dalle operazioni economiche con l’estero. A livello di servizi, le cifre dell’export si sono mantenute nella media (+0,8 %), quelle dell’import hanno invece subìto un calo (−1,8 %).

Primi risultati per l’anno 2019
Per il 2019 il tasso di crescita provvisorio del PIL reale è dello 0,9 % (2018: 2,8 %). Il dato della crescita economica, al netto delle grandi manifestazioni sportive si attesta all’1,4 % (2018: 2,3 %) e ricalca dunque quello del biennio 2015-2016.

Come nell’anno precedente, l’industria manifatturiera si è rivelata la più importante colonna portante dello sviluppo economico, nonostante la notevole eterogeneità tra i singoli settori. Anche i servizi hanno contribuito all’aumento fatto registrare dal PIL, anche se in misura minore rispetto al 2018. Per quanto riguarda il lato spesa, la crescita è stata sostenuta sia dal commercio estero che dalla domanda interna.

* Tassi di variazione reali rispetto al trimestre precedente. Maggiori informazioni: http://www.seco.admin.ch/pil.
** Esclusi oggetti di valore.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 14.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-78314.html