Coronavirus: approvata l’ordinanza sull’app per il tracciamento di prossimità, prolungato il sostegno al settore culturale

Berna, 13.05.2020 - Nelle prossime settimane sarà testata l’app svizzera per il tracciamento di prossimità concepita come ulteriore strumento per contenere la diffusione del coronavirus. Nella seduta del 13 maggio 2020 il Consiglio federale ha approvato un’ordinanza di durata limitata per la fase del test pilota. Ha inoltre prolungato di quattro mesi, fino al 20 settembre, il sostegno al settore culturale.

L'ordinanza sul test pilota con il sistema svizzero di tracciamento di prossimità per informare le persone che sono state potenzialmente esposte al coronavirus (COVID-19), la cui durata di validità è limitata fino al 30 giugno, si fonda sulla legge federale sulla protezione dei dati e disciplina l'organizzazione, il funzionamento, i dati trattati e l'utilizzazione dell'app per il tracciamento di prossimità durante la fase pilota.

È previsto che l'app sarà testata dalla settimana prossima da collaboratori dei due politecnici federali di Losanna e Zurigo, da militari e da collaboratori delle amministrazioni cantonali e dell'Amministrazione federale. L'app sarà inoltre messa a disposizione di altre persone e organizzazioni affinché queste possano individuare eventuali problemi tecnici o di usabilità. Secondo l'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza, il previsto test pilota dell'app non pone alcun problema dal punto di vista della protezione dei dati.

Nella sua prossima seduta, in programma il 20 maggio, il Consiglio federale intende creare la base legale necessaria per l'esercizio ordinario dell'app nella legge sulle epidemie. È previsto che il Parlamento discuta e approvi il pertinente messaggio in giugno durante la sessione estiva. L'app permetterà di avvertire rapidamente gli utenti suscettibili di essere stati contagiati e di arginare la diffusione del virus senza compromettere la privacy. L'impiego dell'app, che non utilizza dati personali né informazioni sulla posizione, è volontario. I dati registrati sono regolarmente cancellati dopo 21 giorni.

Prorogate le misure dell'ordinanza COVID cultura
Il Consiglio federale ha inoltre deciso di prorogare di quattro mesi, fino al 20 settembre 2020, le misure di sostegno al settore della cultura. Il 20 marzo scorso aveva stanziato 280 milioni di franchi per un periodo di due mesi a complemento delle misure per attenuare l'impatto economico generale dell'emergenza coronavirus. Gli effetti della pandemia di COVID-19 sul settore della cultura si faranno sentire per un periodo di gran lunga superiore alla durata di validità delle misure di sostegno previste. A titolo di esempio, tutte le grandi manifestazioni con oltre 1000 persone restano vietate almeno sino alla fine di agosto e numerose istituzioni culturali sono chiuse almeno fino all'8 giugno. L'importo complessivo degli aiuti stanziati rimane per il momento limitato a 280 milioni di franchi, ma i mezzi originariamente destinati a finanziare i prestiti senza interessi alle imprese culturali saranno in futuro impiegati in parte per le indennità per perdita di guadagno. A tutt'oggi le richieste di aiuto finanziario pervenute ammontano a 234 milioni di franchi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP, Comunicazione, +41 58 462 95 05, media@bag.admin.ch

Ufficio federale della cultura UFC,
Comunicazione, Anne Weibel
anne.weibel@bak.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della cultura
http://www.bak.admin.ch

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 14.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-79103.html