PIL nel 2° trimestre 2021 : l’economia interna in ripresa dopo il secondo crollo dovuto al coronavirus

Berna, 02.09.2021 - Dopo il calo dello 0,4 % registrato nel 1° trimestre, il PIL della Svizzera è cresciuto dell' 1,8 %.* Nel settore dei servizi, l'allentamento delle misure COVID ha determinato un notevole aumento del valore aggiunto. I consumi sono in forte ripresa. Nonostante il ritmo meno sostenuto rispetto a quello dei trimestri precedenti, anche l'industria ha evidenziato un trend in crescita. Nel complesso il PIL nel 2 trimestre è rimasto leggermente inferiore ai livelli pre-crisi del 4° trimestre 2019 (−0,5 %).

Il 2° trimestre ha visto la revoca o l'allentamento di numerose misure sanitarie restrittive. Il valore aggiunto ne ha risentito positivamente, aumentando proprio in corrispondenza dei servizi più colpiti. Il settore alberghiero e della ristorazione (+48,9 %) si è ripreso notevolmente dalle battute d'arresto accusate nel semestre invernale: le strutture della ristorazione sono state autorizzate a riaprire e il turismo interno ha iniziato la sua fase di ripresa. Ciò nonostante, il valore aggiunto del 2° trimestre è rimasto a un livello pari a solo circa la metà di quello registrato nel periodo pre-crisi. A seguito degli allentamenti, anche il settore dell'arte, dell'intrattenimento e delle attività ricreative (+52,9 %)** ha fatto segnare una forte crescita. Anche in questo caso il valore aggiunto si trova però ancora ben al di sotto dei livelli pre-crisi.

La riapertura dei negozi fisici ha permesso al commercio (+4,8 %) di crescere significativamente, trainato sia dal segmento non-food del commercio al dettaglio, sia dal commercio all'ingrosso. In linea con la sempre maggiore mobilità della popolazione, anche il settore dei trasporti e delle comunicazioni ha visto un'evoluzione positiva (+1,9 %). Per finire, sono risultati in crescita anche i servizi alle imprese (+1,1 %). Tra tutti i servizi, solo i servizi finanziari (−0,7 %) sono stati caratterizzati da un un calo consistente del valore aggiunto. Al generale andamento positivo del settore dei servizi si è accompagnato inoltre l'aumento delle esportazioni di servizi (+3,2 %).

Con l'allentamento delle misure per contrastare il coronavirus, i consumi privati (+4,1 %), che avevano subito un marcato calo nel semestre invernale, sono nuovamente saliti. Le spese per i consumi delle economie domestiche sono state maggiori in quasi tutti i comparti. Ancora più consistenti sono stati gli aumenti a livello di consumi dello Stato (+5,5 %), dettati dalle spese eccezionali sostenute per contrastare la pandemia. Dopo un trimeste negativo, anche gli investimenti in beni di equipaggiamento (+1,6 %) si sono ripresi. Nel complesso, la domanda interna è aumentata fortemente, accompagnata da un leggero incremento delle importazioni*** (+0,5 %). L'unica componente della domanda interna a subire uno stallo è stata quella degli investimenti edili (+0,1 %), in linea con lo sviluppo contenuto dell’edilizia (−0,3 %).

Nel settore dell'industria manifatturiera (+0,9 %), l’andamento si è normalizzato dopo il forte trend di recupero dei trimestri precedenti. Il valore aggiunto, che era già salito sopra il livello pre-crisi nel 1° trimestre, nel 2° trimestre lo ha superato del 4,7 %. Infine, il rallentamento della crescita dell'industria e del commercio a livello mondiale ha rallentato in parte l'industria svizzera. Le esportazioni di beni industriali sensibili all’andamento congiunturale, come macchinari e strumenti di precisione, sono diminuite. L'industria chimico-farmaceutica è stata invece di nuovo in grado di espandersi fortemente. Allo stesso modo, le esportazioni di merci**** (+0,3 %) hanno registrato un lieve incremento nonostante il calo del commercio di transito.

Informazioni utili
Per maggiori informazioni sull’andamento del PIL nel 2° trimestre 2021 è possibile consultare le tendenze congiunturali per l’autunno 2021 (in tedesco e francese) sul sito www.seco.admin.ch/pil.
Come di consueto, con i calcoli del 2° trimestre sono stati integrati nella contabilità nazionale trimestrale i dati annuali rivisti dell'Ufficio federale di statistica. Nel quadro della revisione annuale 2021, i dati di base e la metodologia sono stati analizzati in modo approfondito e dove necessario modificati, per evitare effetti distorsivi dovuti alla pandemia.***** In questo contesto, alcune serie temporali hanno avuto bisogno di revisioni più importanti rispetto al solito.

* Tasso di variazione reale rispetto al trimestre precedente. Al netto degli eventi sportivi, la crescita del PIL è stata del +1,6 % nel 2° trimestre, mentre nel 1° trimestre aveva accusato un calo del -0,4 %.
** Al netto degli eventi sportivi: +20,7 %
*** Servizi e merci esclusi gli oggetti di valore.
**** Esclusi gli oggetti di valore.
***** Cfr. https://ec.europa.eu/eurostat/data/metadata/covid-19-support-for-statisticians


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-84949.html