Settore delle esportazioni: nuova tavola rotonda sulla situazione della guerra in Ucraina

Berna, 10.05.2022 - Il 10 maggio 2022 si è svolto un nuovo vertice tra il Consigliere federale Guy Parmelin e i rappresentanti del settore delle esportazioni svizzero. L’attenzione si è concentrata sugli effetti della guerra in Ucraina in questo settore. La tavola rotonda ha dato i suoi frutti ed è stata l’occasione per discutere determinate questioni di politica commerciale nonché la strategia della promozione delle esportazioni della Confederazione.

Anche se al momento l'economia svizzera gode di una situazione relativamente buona, si troverà presto ad affrontare importanti sfide. Il consigliere federale Guy Parmelin ha sottolineato il fatto che l'economia ha vissuto una ripresa dopo la pandemia di COVID-19. Allo stesso tempo, i partecipanti hanno confermato che la guerra in Ucraina sta causando diverse tensioni e nuove incertezze. L'aggravarsi di alcuni colli di bottiglia nell'approvvigionamento e l'aumento dei prezzi rappresentano effetti indiretti particolarmente evidenti. I rappresentanti dei diversi settori hanno inoltre sottolineato l'importanza di un approvvigionamento di energia sicuro.

Nel complesso, le esportazioni svizzere risentono invece meno delle conseguenze che derivano direttamente dalle sanzioni adottate finora dall'UE. Nel 2021 la Russia era il 23° partner commerciale della Svizzera, con un volume di scambio merci di 4,7 miliardi di franchi. Il consigliere federale Guy Parmelin ha ringraziato i rappresentanti dell'economia per aver attuato e sostenuto la politica delle sanzioni del Consiglio federale.

I partecipanti hanno anche parlato degli ultimi sviluppi delle discussioni con l'UE in merito all'Accordo sul reciproco riconoscimento (Mutual Recognition Agreement, MRA) e sulle discussioni dell'OMC relative all'Accordo sugli aspetti dei diritti di proprietà intellettuale attinenti al commercio (Agreement on Trade-Related Aspects of Intellectual Property Rights, TRIPS). La Segreteria di Stato dell'economia (SECO) ha anche illustrato l'orientamento strategico della promozione delle esportazioni della Confederazione, che prevede un aggiornamento orientato alle esigenze dei servizi offerti da Switzerland Global Enterprise (S-GE) e si concentra sul raggruppamento delle singole offerte (p. es. sostegno all'economia d'esportazione svizzera nell'accesso a grandi progetti infrastrutturali a livello internazionale).

All'evento odierno hanno partecipato i rappresentanti di 23 associazioni economiche e camere di commercio, la SECO, S-GE e l'Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (ASRE). La tavola rotonda si è dimostrata un valido strumento, in quanto facilita ulteriormente il dialogo, aspetto fondamentale soprattutto in tempi di incertezza. Il prossimo incontro avrà luogo in autunno.

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione SG-DEFR
info@gs-wbf.admin.ch, Tel. 058 462 20 07


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 14.03.2022

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news/medienmitteilungen-2022.msg-id-88765.html