Utilità degli accordi di libero scambio

Accordi di libero scambio: le aziende ne sfruttano i vantaggi?

La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha commissionato un’analisi approfondita allo scopo di accertare in che misura le aziende svizzere si avvalgono degli accordi di libero scambio (ALS) per risparmiare sui dazi.

Lo studio sull’utilizzo degli accordi di libero scambio, affidato dalla SECO all’Università di San Gallo, è riconducibile a una raccomandazione della Commissione della gestione del Consiglio nazionale (CDG-N), che aveva appunto richiesto un’analisi di questo tipo.

L’analisi sull’utilizzo degli ALS indica che nel 2018, grazie a questi accordi, gli importatori e i consumatori svizzeri hanno risparmiato 2,5 miliardi di franchi sui dazi, per un tasso di utilizzo medio degli ALS del 73 per cento sul fronte delle importazioni. Per quanto riguarda le esportazioni, nei Paesi partner di libero scambio che hanno messo a disposizione i loro dati, il tasso di utilizzo degli ALS si è situato nel 2018 all’80 per cento, equivalente a un risparmio di 1,8 miliardi di franchi.

Domande e risposte

Ulteriori informazioni

 

Lo studio sull’utilità degli ALS commissionato dalla SECO, a cura di Stefan Legge e Piotr Lukaszuk dell’Università di San Gallo

Monitoraggio degli ALS: presenta una sintesi di tutte le cifre rilevanti sull’utilizzo dei singoli ALS.

FHA Monitor 2018 (PDF, 19 MB, 11.08.2020)Disponibile unicamente in tedesco

Comunicato stampa

11.08.2020

Risparmi sui dazi per diversi miliardi di franchi grazie agli accordi di libero scambio

L’11 agosto 2020 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha pubblicato un’analisi dettagliata dei dati sullo sfruttamento degli accordi di libero scambio (ALS). Lo studio mostra in che misura le imprese ricorrono agli ALS conclusi dalla Svizzera per risparmiare sui dazi.

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/Freihandelsabkommen/nutzung_freihandelsabkommen.html