Apertura dei negoziati per un accordo di libero scambio tra la Svizzera e il Giappone

Berna, 19.01.2007 - Il 19 gennaio 2007 Svizzera e Giappone si sono accordati per intavolare accordi bilaterali in vista di un accordo di partenariato economico e di libero scambio. In sede di altri negoziati di accordi di libero scambio sono stati pure raggiunti esiti positivi. Il 27 gennaio 2007 la consigliera federale Doris Leuthard firmerà poi l'accordo AELS di libero scambio con l'Egitto.

Accordo di partenariato economico e di libero scambio Svizzera - Giappone

Il gruppo di studio comune Svizzera-Giappone per il consolidamento delle relazioni economiche tra i due paesi, durante gli ultimi dodici mesi ha verificato, a livello delle rispettive autorità, la fattibilità di un partenariato economico e globale e di un accordo di libero scambio tra la Svizzera e il Giappone.

A conclusione del rapporto il gruppo di studio afferma che grazie a un simile accordo sarà possibile promuovere notevolmente le relazioni economiche bilaterali (scambi commerciali, servizi, investimenti) e incrementare la competitività delle imprese di entrambi i paesi. Il rapporto raccomanda una rapida apertura dei negoziati su un accordo di partenariato e di libero scambio tra Svizzera e Giappone.

Durante il colloquio telefonico del 19 gennaio 2007 la presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey e il Primo ministro Shinzo Abe hanno approvato il rapporto e resa pubblica l'apertura dei negoziati. L'accordo auspicato tra la Svizzera e il Giappone è il primo rapporto economico preferenziale tra il Giappone e un partner europeo.

Il Giappone è il terzo partner commerciale della Svizzera (dopo l'UE e gli USA). Le esportazioni svizzere di merci in Giappone nel 2005 ammontavano a 5,9 miliardi CHF, le importazioni dal Giappone, a circa 3 miliardi CHF. Per il commercio di servizi le statistiche giapponesi fanno stato nel 2005 di esportazioni della Svizzera in Giappone per 6,3 miliardi CHF, e di importazioni della Svizzera dal Giappone di 2,7 mia CHF. Gli investimenti diretti della Svizzera in Giappone ammontavano a fine 2005 a 7,7 mia CHF, quelli del Giappone in Svizzera a 1,1 mia CHF.

Accordo AELS di libero scambio con l'Egitto

Il 27 gennaio 2007 la consigliera federale Doris Leuthard firmerà assieme ad altri ministri AELS (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) a Davos l'accordo AELS di libero scambio con l'Egitto. L'accordo di libero scambio liberalizza in particolare il commercio ed elimina ulteriormente le discriminazioni delle esportazioni industriali svizzere sul mercato egiziano, dovute all'accordo di associazione dell'Egitto con l'UE del 2004.

L'AELS ha già concluso accordi di libero scambio con parecchi Stati dell'area mediterranea: Turchia, Israele, Marocco, Palestina, Giordania, Libano e Tunisia. Questi accordi permettono agli Stati dell'AELS di inserirsi come partner nell'area mediterranea di libero scambio, che è tuttora in via di formazione, su iniziativa dell'UE, nell'ambito della dichiarazione di Barcellona.  

Negoziati per un accordo di libero scambio con il Canada

I negoziati, da lungo interrotti, per un accordo di libero scambio tra gli Stati AELS e il Canada sono stati riavviati lo scorso autunno. Grazie all'attività intensa delle delegazioni dei due Stati è stato possibile compiere dei notevoli progressi. Il Dipartimento federale dell'economia ritiene che anche questi negoziati potranno presto essere conclusi. L'accordo apre all'industria svizzera (compresa l'industria del settore alimentare) l'accesso esente da dazio al grande mercato canadese, e costituisce una base istituzionale per migliorare, nell'ambito di futuri negoziati, le condizioni quadro dei rapporti economici bilaterali.


Indirizzo cui rivolgere domande

Rita Baldegger, SECO, Comunicazione, Tel. +41 (31) 323 37 90



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-10248.html