Si rivela efficace la campagna di vigilanza sulla corretta indicazione dei prezzi

Berna, 21.12.2012 - Coordinati dalla Segreteria di Stato dell’economia SECO, nel 2012 gli uffici cantonali competenti hanno effettuato controlli sull’indicazione dei prezzi in alcuni settori. Nella Svizzera tedesca sono state prese in esame le tintorie, nella Svizzera romanda e in Ticino i saloni di parrucchiere e gli istituti di bellezza e cura del corpo. Questa campagna di vigilanza continuerà il prossimo anno.

Nella Svizzera tedesca gli organi d’esecuzione cantonali competenti hanno effettuato controlli presso 323 tintorie, esaminando l’indicazione dei prezzi all’interno dei locali e in vetrina nonché l'inserzione pubblicitaria. A quest’azione coordinata hanno partecipato 17 Cantoni di lingua tedesca (ZH, BE, LU, UR, SZ, NW, OW, GL, SO, BL, BS, SH, AR, SG, GR, AG, VS) nonché le città di Zurigo e Winterthur. Nel 63% degli esercizi commerciali presi in esame, ossia 205 tintorie su 323, l’indicazione dei prezzi è risultata corretta.

I controlli svolti nei Cantoni romandi e in Ticino invece sono stati diretti agli istituti di bellezza e cura del corpo. Alla campagna hanno preso parte i cantoni FR, TU, VD, VS, NE e GE ed è stata esaminata l’indicazione dei prezzi dei prodotti e dei servizi offerti. Gli organi d’esecuzione coinvolti hanno effettuato controlli presso 587 esercizi commerciali e istituti (375 saloni di parrucchiere, 121 saloni di bellezza, 73 istituti che effettuano manicure e pedicure nonché altri 18 istituti per la cura del corpo). Per quanto riguarda i servizi offerti, complessivamente l’indicazione dei prezzi è risultata corretta presso 458 di questi esercizi, ossia il 78%. Presso gli istituti del campione summenzionato che vendono anche prodotti, l’indicazione dei prezzi della merce offerta è risultata corretta nell’82% dei casi, ossia presso 390 esercizi commerciali. Ripartiti per ambiti, la correttezza nell’indicazione dei prezzi riguardo ai servizi e ai prodotti offerti è stata rispettivamente del 75% e dell’80% presso i saloni di parrucchiere, dell’86% e all’87% presso gli istituti di bellezza e del 77% e dell’82% presso gli istituti che effettuano manicure e pedicure.

Il numero di aziende prese in esame, scelto autonomamente dai Cantoni, è stato tale da consentire una valutazione generale sui singoli settori. I controlli hanno avuto luogo dal 1° maggio al 15 ottobre 2012. La SECO ha comunicato i risultati alle associazioni professionali coinvolte, esortandole ad adottare misure per una migliore indicazione dei prezzi da parte dei loro membri.

La SECO, organo di vigilanza dell’esecuzione cantonale dell’ordinanza sull’indicazione dei prezzi, intende condurre insieme ai Cantoni una campagna di vigilanza anche l’anno prossimo. Il gruppo target per i Cantoni di lingua tedesca sarà costituito dai saloni di parrucchiere e dagli istituti di bellezza, per la Svizzera romanda e il Ticino dai commercianti di gioielli. Lo scopo di questa campagna è promuovere l’indicazione dei prezzi come strumento di competitività equilibrata e di tutela dei consumatori. La decisione di condurre questa campagna è stata presa dalla SECO e dalle rappresentanze cantonali nel quadro della revisione dell’ordinanza sull’indicazione die prezzi entrata in vigore il 1° aprile 2012.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-47342.html