Adeguamento della prassi di registrazione dell’orario di lavoro

Berna, 19.12.2013 - La SECO invita gli ispettorati cantonali del lavoro a rivedere la prassi dei controlli degli orari di lavoro nelle aziende soggette alla legge federale sul lavoro a partire dal 1° gennaio 2014. L’adeguamento intende tenere conto delle particolari condizioni d’esercizio di determinate funzioni, tutelando nel contempo la salute dei lavoratori interessati.

Fino all’entrata in vigore di una nuova regolamentazione l’attuale ordinanza 1 concernente la legge sul lavoro (OLL 1) rimane applicabile. Pertanto, tutti i lavoratori soggetti alla legge sul lavoro (LL) dovranno continuare a documentare il loro orario di lavoro. Tuttavia, le autorità cantonali incaricate di controllare l’applicazione della legge riscontrano una certa discrepanza tra l’obbligo formale di registrare la durata del lavoro e i cambiamenti organizzativi in atto in alcuni settori. Questa discrepanza riguarda un gruppo ristretto di impiegati con particolari responsabilità, che godono di un’ampia autonomia per quanto riguarda lo svolgimento dei compiti e la gestione del tempo di lavoro.

Per tenere conto dei cambiamenti in atto la nuova direttiva SECO concede a questi lavoratori una semplificazione dell’obbligo di registrazione limitata all’orario di lavoro giornaliero. Tale norma riguarda solo gli impiegati con determinate funzioni e che non prestano lavoro notturno regolare. Inoltre, per essere applicata dovrà essere stabilita in una convenzione scritta tra il lavoratore e il datore di lavoro. Per la maggior parte dei lavoratori soggetti alla legge sul lavoro rimane valido l’obbligo di tenere una documentazione aggiornata e dettagliata. Infatti, poiché le regole sulla durata del lavoro e del riposo sono fondamentali per tutelare la salute sul posto di lavoro, per il lavoratore è indispensabile documentare la propria presenza. Le imprese, invece, possono definire autonomamente le modalità di registrazione dell’orario di lavoro in base all’organizzazione interna e alla politica di gestione.

Lanciato alla fine del 2012, il progetto di revisione dell’ordinanza 1 concernente la legge sul lavoro volto ad attenuare l’obbligo di registrazione dell’orario di lavoro è stato abbandonato nel luglio 2013 a causa del mancato accordo tra le parti sociali sul modello proposto. Al momento si sta discutendo la presentazione di un nuovo progetto che tuttavia non potrà avere luogo prima del 2015.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 14.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-51509.html