Rimane leggermente fosco il clima di fiducia dei consumatori

Berna, 04.02.2016 - In gennaio 2016* il clima di fiducia dei consumatori in Svizzera (-14 punti) è rimasto al di sotto della media a lungo termine (-9 punti). La fiducia nell’andamento del mercato di lavoro è leggermente aumentata, pur restando a bassi livelli. Le aspettative sull’evoluzione dei prezzi sono state di nuovo corrette al ribasso.

Delle quattro domande che concorrono a determinare l’indice svizzero del clima di fiducia dei consumatori**, quella sull’andamento della disoccupazione nei prossimi 12 mesi (+68 punti) è stata valutata in modo meno negativo rispetto ad ottobre 2015 (+74 punti). Il relativo sottoindice permane però ben al di sopra della sua media a lungo termine (+50 punti), denotando una percezione piuttosto negativa da parte dei nuclei domestici. Le aspettative sullo sviluppo economico rimangono invariate a -16 punti e dunque al di sotto della media pluriennale di -10 punti. Non sono cambiate in misura rilevante le previsioni sulla situazione finanziaria dei nuclei domestici (+1 contro i -4 punti in ottobre) e la propensione al risparmio nei prossimi 12 mesi (+28 rispetto a +23 in ottobre).

Tra ottobre e gennaio le valutazioni sullo sviluppo economico degli ultimi 12 mesi non sono cambiate in modo significativo, passando da -30 a -35 punti. Per questa voce la media pluriennale si situa a quota -22. Anche le stime sulla sicurezza dei posti di lavoro permangono a un livello relativamente basso (-82 punti rispetto a -85 punti ad ottobre e a fronte di una media pluriennale di -55 punti). Quanto alla loro situazione finanziaria negli ultimi 12 mesi, gli interpellati hanno espresso un giudizio lievemente più positivo (-5 punti) rispetto ad ottobre (-10 punti). Le economie domestiche credono inoltre che sia giunto il momento di effettuare acquisti importanti: il relativo sottoindice, infatti, è passato -5 a +3 punti.

Le stime sui prezzi, invece, sono basse sia in retrospettiva sia in prospettiva futura. La valutazione sull’evoluzione dei prezzi negli ultimi 12 mesi è calata da +11 punti in ottobre a -4 punti in gennaio, sfiorando di un soffio i minimi storici (-6 punti in ottobre 2011). Anche l’indice sull’andamento dei prezzi nei prossimi 12 mesi ha subito una flessione, slittando da +36 punti in ottobre a +16 punti in gennaio.

*Su incarico della Segreteria di Stato dell’economia (SECO) l’istituto di ricerca DemoScope svolge quattro volte all’anno (a gennaio, aprile, luglio e ottobre) un rilevamento su un campione di circa 1200 nuclei domestici. Questi ultimi vengono invitati a valutare la situazione economica in generale, le proprie condizioni finanziarie, l’evoluzione dei prezzi, la sicurezza dei posti di lavoro, ecc.

**Situazione economica generale nei prossimi 12 mesi, numero di disoccupati in Svizzera nei prossimi 12 mesi, situazione finanziaria delle economie domestiche nei prossimi 12 mesi, possibilità di risparmio nei prossimi 12 mesi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 20.03.2019

Inizio pagina

Contatto

Domande scritte

In caso di domande scritte, inviare un’e-mail a: medien@seco.admin.ch

Capo del settore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
fax +41 58 462 56 00
E-Mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
fax +41 58 462 56 00
E-Mail

Portavoce

Livia Willi
tel. +41 58 469 69 28
fax +41 58 462 56 00
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-60544.html