6a Conferenza nazionale sui lavoratori in età avanzata: Confederazione, Cantoni e parti sociali tracciano un bilancio

Berna, 15.11.2021 - Per la sesta ed ultima volta si è tenuta a Berna la Conferenza nazionale sui lavoratori in età avanzata. Come negli anni scorsi, i rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni e delle parti sociali hanno ribadito all’unanimità l’importanza dei lavoratori senior per colmare la crescente domanda di personale qualificato in Svizzera. Nell’ambito delle diverse conferenze sono state avviate 14 misure a favore di questa categoria, alcune delle quali già interamente realizzate.

Dal 2015, anno di lancio della Conferenza nazionale sui lavoratori in età avanzata, si sono svolti sei incontri. Anche quest’anno i rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni, dell’Unione sindacale svizzera (USS), di Travail.Suisse e dell’Unione svizzera degli imprenditori (USI) hanno discusso della condizione dei lavoratori in età avanzata nel nostro Paese. L’incontro è stato coordinato dal presidente della Confederazione Guy Parmelin. Come negli anni precedenti, i partecipanti hanno espresso valutazioni eterogenee.

Nel contesto delle varie conferenze nazionali sono state avviate 14 misure a favore dei lavoratori in età avanzata. Ciò ha comportato, per esempio, il miglioramento delle condizioni quadro per la qualificazione professionale degli adulti e l’aumento del numero di adulti in possesso di un titolo formativo. Da quest’anno è in corso in 11 Cantoni un progetto pilota per gli over 40, che possono avvalersi di una valutazione gratuita della propria situazione professionale. L’obiettivo è estendere l’offerta a tutta la Svizzera a partire dal 2022.

Nell’ambito di un programma d'impulso, fino alla fine del 2024 la Confederazione finanzierà alcuni progetti cantonali finalizzati a migliorare il reinserimento delle persone che hanno difficoltà a rientrare nel mercato del lavoro, in particolare i disoccupati in età avanzata. Dall’inizio di agosto esiste inoltre un progetto pilota denominato «Supported Employment», rivolto agli ultracinquantenni che stanno per esaurire il diritto all’indennità di disoccupazione. Questo progetto differisce dai normali provvedimenti inerenti al mercato del lavoro in quanto la partecipazione è facoltativa, il supporto individuale è fornito dai job coach e prosegue anche dopo l’esaurimento del diritto all’indennità o l’inizio di un impiego.

Dalla prima conferenza del 2015 la situazione dei lavoratori in età avanzata è cambiata in maniera significativa. Il numero di persone attive (in equivalenti a tempo pieno) di almeno 55 anni è infatti aumentato del 18% negli ultimi cinque anni, arrivando nel 2020 a 826 000 unità.

Adottando il postulato Rechsteiner (14.3569) il Parlamento aveva incaricato il Consiglio federale di organizzare una conferenza nazionale sui lavoratori in età avanzata. La prima si è svolta nell’aprile del 2015; il 15 novembre 2021 i rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni e delle parti sociali si sono incontrati per la sesta ed ultima edizione. 

Il dialogo proseguirà nell’ambito degli organi e delle strutture esistenti; se necessario verrà convocata un’altra tavola rotonda.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DEFR, 058 462 20 07



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Livia Willi Yéré
tel. +41 58 469 69 28
E-Mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news/medienmitteilungen-2021.msg-id-85872.html