Sorveglianza tecnica abusiva

ueberwachung

La sorveglianza tecnica abusiva è una forma di violazione dell’integrità personale. La legge sul lavoro prescrive ai datori di lavoro di adottare le misure necessarie per tutelare l’integrità personale dei loro dipendenti.  

Il comportamento dei lavoratori sul posto di lavoro non può essere sorvegliato mediante sistemi di vigilanza e controllo.  

Per «sistemi di vigilanza e controllo» si intendono in particolare i sistemi tecnici capaci di registrare i comportamenti e le attività svolte dai collaboratori sul posto di lavoro. Tra questi figurano:

  • videoregistratori per la sorveglianza in tempo reale o per la videoregistrazione;
  • microfoni o citofoni con funzione di registrazione;
  • sistemi di localizzazione (p. es. GPS o RFID) con registrazione in tempo reale o differito;
  • strumenti informatici con data-logger (p. es. URL, e-mail, spyware, systemlog);
  • centraline o agenti telefonici con possibilità d’intercettazione o registrazione;
  • apparecchi fax, scanner o fotocopiatrici con funzione d’archiviazione.

Chi intende introdurre sistemi di vigilanza e controllo in ambiti con posti di lavoro, li deve installare e gestire secondo le prescrizioni legali pertinenti.

Conseguenze delle violazioni dell’integrità personale

Chi è esposto a violazioni dell’integrità personale soffre sia fisicamente sia psichicamente e non può sfruttare al meglio le sua capacità di rendimento.

Basi legali

Leggi federali e ordinanze

Indicazioni

Ultima modifica 06.07.2016

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Arbeit/Arbeitsbedingungen/gesundheitsschutz-am-arbeitsplatz/Psychosoziale-Risiken-am-Arbeitsplatz/Ueberwachung.html